Prestito BancoPosta – Condizioni Generali



Il “Prestito BancoPosta” è un finanziamento personale cui può
accedere, in via esclusiva, la clientela di Poste Italiane S.p.A.
(di seguito “Poste”). Il Prestito BancoPosta è concesso a proprio insindacabile giudizio da Deutsche Bank S.p.A., con sede
legale in Milano, Piazza del Calendario 3, capitale sociale
Euro 310.659.856,26, codice fiscale, partita IVA e iscrizione al
registro delle imprese di Milano n. 01340740156, iscritta all’albo delle banche e capogruppo del gruppo bancario Deutsche
Bank, a sua volta iscritto all’albo dei gruppi bancari (di seguito
la “Banca”), a quel soggetto che sia persona fisica intestataria
di un conto corrente postale (di seguito il “Conto BancoPosta”)
sul quale sia domiciliato l’accredito mensile dello stipendio e
abbia inoltrato l’apposito relativo modulo di richiesta alla Banca per il tramite di Poste (di seguito il “Cliente”). La richiesta
del Prestito BancoPosta dà vita al relativo contratto di finanziamento (di seguito il “Contratto”) una volta che il Cliente abbia
ricevuti la comunicazione di accettazione da parte della Banca e l’accredito, nel proprio Conto BancoPosta (i cui estremi
sono riportati sul modulo di richiesta), della somma erogatagli
dalla Banca stessa, quale indicata nel modulo di richiesta. Il
Contratto è regolato, oltre che dalle norme di cui in appresso,
anche dalle condizioni economiche pro-tempore vigenti riportate sul modulo di richiesta e sul Documento di Sintesi, una cui
copia è consegnata al Cliente unitamente alle presenti Condizioni generali del Prestito BancoPosta, di cui costituiscono
parte integrante e sostanziale. Ove il Cliente sia coniugato, la
richiesta del Prestito BancoPosta è da ritenersi avanzata al
fine di soddisfare i bisogni della famiglia.
1. Perfezionamento del contratto e modalità di rimborso.
Il contratto relativo al Prestito BancoPosta (Contratto) si intende
concluso con l’accettazione, da parte della Banca, della
Richiesta avanzata dal Cliente. La Banca provvederà entro 5
(cinque) giorni lavorativi bancari a erogare la somma richiesta.
Il Cliente è obbligato a rimborsare il finanziamento tramite la
corresponsione di rate mensili, il cui numero e importo (comprensivo di capitale e interessi) e la cui scadenza sono indicati sul modulo di richiesta. A seconda del fatto che la durata del
finanziamento sia inferiore o meno ai 18 mesi, la prima rata
sarà maggiorata dell’importo relativo all’imposta di bollo,
attualmente pari a Euro 14,62, ai sensi dell’art. 2, parte I, tariffa allegata al D.P.R. 642/1972 e successive modifiche e/o
integrazioni, oppure dell’importo relativo all’imposta sostitutiva, attualmente pari allo 0,25% dell’importo del finanziamento,
ai sensi del D.P.R. 601/1973. Le singole rate di rimborso (per
il pagamento delle quali la Banca non invia al Cliente alcun
avviso di scadenza), così come tutti gli altri importi dovuti alla
Banca in forza del Contratto, devono essere corrisposti alla
Banca mediante addebito automatico nel Conto BancoPosta
del Cliente e corrispondente accredito a favore della Banca,
per il che il Cliente deve sottoscrivere l’apposita autorizzazione irrevocabile a Poste sul modulo di richiesta.
Il Cliente si impegna a mantenere acceso il predetto Conto
BancoPosta (e l’accredito dello stipendio su detto Conto
BancoPosta) ed a precostituire sullo stesso la provvista
necessaria per l’esecuzione degli addebiti fino all’estinzione
del debito residuo. Qualora il Cliente intenda trasferire l’addebito delle rate su un altro Conto BancoPosta, deve inoltrarne
apposita richiesta presso l’Ufficio Postale abilitato al servizio
Prestito BancoPosta, fermo restando che il conto subentrante
risulti sempre intestato, o cointestato, al Cliente stesso.
Poste esegue l’addebito delle singole rate in data di scadenCONDIZIONI GENERALI DEL PRESTITO BANCOPOSTAla Banca addebita al Cliente interessi di mora nella misura di
10 punti percentuali in più rispetto al tasso ufficiale di riferimento. Ove il ritardo provochi l’intervento della Banca e/o di
recuperatori dalla medesima incaricati di sollecitare il pagamento da parte del Cliente, la Banca può chiedere a quest’ultimo, nella misura massima autorizzata dall’autorità competente, le spese sostenute per tali interventi.
5. Garante.
Con la sottoscrizione del modulo di richiesta, il garante si
costituisce fideiussore del Cliente per il puntuale adempimento delle obbligazioni tutte nascenti dal Contratto, sino ad un
importo massimo onnicomprensivo pari alla sommatoria dei
seguenti fattori: 1) l’importo relativo al “Totale finanziamento”
(indicato sul modulo di richiesta); 2) l’importo pari al 20% dell’importo di cui al precedente numero 1). Il fideiussore dispensa la Banca dall’agire verso il Cliente inadempiente nei termini di cui all’art. 1957 c.c.
6. Obbligazioni ed oneri fiscali.
Il Cliente si obbliga a dare comunicazione alla Banca, mediante lettera raccomandata, di eventuali cambiamenti di indirizzo.
Ogni onere fiscale, diretto o indiretto, presente o futuro, avente comunque relazione con il Contratto, è ad esclusivo carico
del Cliente.
7. Estinzione anticipata.
Il Cliente ha diritto di esercitare in qualsiasi momento la facoltà di
estinzione anticipata del finanziamento, corrispondendo alla
Banca il capitale residuo, gli interessi e gli altri oneri maturati fino
al momento dell’esercizio di detta facoltà, nonché un compenso
a titolo di penale pari all’uno per cento dello stesso capitale residuo. Se l’estinzione del Prestito viene richiesta nei sei mesi antecedenti la naturale scadenza ovvero contestualmente alla richiesta di un nuovo Prestito BancoPosta, il Cliente non deve corrispondere alcun compenso o commissione per l’estinzione anticipata. A tal fine il Cliente deve inoltrare apposita richiesta presso l’Ufficio Postale abilitato al servizio Prestito BancoPosta.
8. Indirizzo della Banca.
Per ogni informazione, comunicazione o segnalazione relative al presente Contratto, il Cliente può rivolgersi a: Deutsche
Bank S.p.A., Centro Processing BancoPosta, Via S. Brigida,
10 – 80132 Napoli; fax: 081 5414526.
9. Legge applicabile e foro competente.
Salvo quanto diversamente previsto da norme nazionali e/o
internazionali di carattere imperativo, al Contratto si applicano la legge e la giurisdizione italiana.
10. Deposito delle Condizioni generali del Prestito
BancoPosta.
Le presenti Condizioni generali del Prestito BancoPosta vengono depositate anche presso lo Studio del notaio Dott. Giuliano Salvini con sede in Milano, Via Borgogna, 5.
Eventuali successive modifiche e/o aggiornamenti delle Condizioni medesime saranno altresì depositate presso il predetto studio notarile, ovvero presso un altro notaio designato dalla Banca, fermo restando che quest’ultima, nella comunicazione di cui all’art. 2, fornirà al Cliente gli estremi del relativo
atto di deposito.
INFORMATIVA SULL’USO DEI SUOI DATI
PERSONALI
Informativa sull’uso dei dati personali – art. 13 del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196.
Ai fini del rispetto della normativa in materia dei dati personali
(D. Lgs. 196/03 – Codice in materia di protezione dei dati personali), Poste Italiane S.p.A. (di seguito Poste), con sede legale in Roma, Viale Europa, 190, Titolare del trattamento relativo al Prestito BancoPosta,
informa
che i dati personali del richiedente il prestito e dell’eventuale
garante (di seguito l’Interessato) sono necessari al Titolare per
le seguenti finalità:
a) finalità strettamente connesse e strumentali alla gestione
del rapporto con l’Interessato relativo al Prestito BancoPosta e
relativo al rapporto assicurativo, qualora richiesto (ad es. raccolta e trasmissione a Deutsche Bank delle richieste di finanziamento, nonché gestione delle procedure di accreditamento
ed addebito in conto);
b) finalità connesse agli obblighi rivenienti da leggi, da regolamenti e dalla normativa comunitaria, nonché da disposizioni
impartite da autorità a ciò legittimate (ad es. legge sull’usura,
legge sull’antiriciclaggio, ISVAP etc.);
c) finalità funzionali all’attività di Poste e delle società del
Gruppo. Rientrano in questa categoria le seguenti attività: rilevazione del grado di soddisfazione della clientela sulla qualità
dei servizi resi e sull’attività svolta dal Titolare ed indagini di
mercato, promozione e vendita di prodotti o servizi del Gruppo Poste Italiane o di terzi, eseguite direttamente oppure attraverso l’opera di società specializzate, mediante l’analisi delle
sue preferenze, attraverso lettere, contatti telefonici, fax, email, sms, etc. (art. 130 D. Lgs. 196/03).
In merito al trattamento per finalità promozionali l’Interessato sottoscrittore del prestito ha già espresso il suo consenso in occasione dell’apertura del conto corrente BancoPosta o della successiva sottoscrizione di altri prodotti finanziari offerti da BancoPosta.
d) I dati dell’Interessato potranno altresì essere trattati a scopi statistici, anche in conformità a quanto previsto dal decreto legislativo 6 settembre 1989, n. 322 e successive modificazioni ed integrazioni, riportante le norme sul Sistema Statistico Nazionale.
I dati personali dell’Interessato sono trattati, con idonee procedure manuali o strumenti, anche elettronici, dal personale appartenente alla struttura di Poste addetto all’accettazione di sportello
ed al settore BancoPosta, presso le sedi centrali e distaccate, nei
limiti dell’esecuzione delle operazioni di trattamento necessarie
allo svolgimento del contratto di Prestito BancoPosta. Tali soggetti sono stati nominati Incaricati del trattamento ed hanno ricevuto adeguate istruzioni operative, con particolare riferimento
all’adozione di idonee misure di sicurezza.
L’art. 7 del D. Lgs. 196/03 riconosce all’Interessato comunque il
diritto di chiedere al Titolare o al Responsabile del trattamento
conferma dell’esistenza o meno dei dati che lo riguardano e che
tali dati vengano messi a sua disposizione in forma intelligibile.
L’Interessato può altresì chiedere di conoscere l’origine dei dati
nonché la logica, le modalità e le finalità su cui si basa il trattamento; di conoscere i soggetti o le categorie di soggetti, responsabili, incaricati o rappresentanti designati nel territorio dello Stato che possono venire a conoscenza dei suoi dati; di ottenere la
cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei
dati trattati in violazione della legge, nonché l’aggiornamento, la
rettificazione o, se vi è interesse, l’integrazione dei dati; di opporsi, per motivi legittimi, al trattamento stesso e di opporsi in qualsiasi momento al trattamento per fini promozionali.
Responsabile del trattamento dei dati è la Direzione Operazioni-Business Unit BancoPosta di Poste Italiane S.p.A., ubicata
2presso la sede legale della società stessa, in persona del
Direttore pro-tempore, al quale potrà rivolgersi per esercitare i
diritti di cui sopra.
Informativa ai sensi dell’art. 13 del Decreto Legislativo 30 giugno 2003 N. 196 (codice in materia di
protezione dei dati personali) fornita da Deutsche
Bank S.p.A.
I dati personali del soggetto che richiede il Prestito BancoPosta
e, se esistente, del soggetto che si costituisce garante in favore di Deutsche Bank S.p.A. (di seguito “Banca”) per il puntuale
rimborso del Prestito BancoPosta (di seguito sia il richiedente
che il garante verranno indicati col termine “Interessato”) sono
raccolti direttamente presso l’Interessato ovvero presso terzi,
nel qual caso le informazioni di cui alla presente sono fornite
all’Interessato all’atto della registrazione dei dati o, qualora sia
prevista la loro comunicazione, non oltre la prima comunicazione. Tale informativa può non comprendere gli elementi già noti
all’Interessato e non è dovuta nei casi previsti dalla legge. Può
accadere inoltre che, in relazione alla valutazione della richiesta dell’Interessato ed alla gestione del rapporto con il medesimo, la Banca venga in possesso di dati che la legge definisce
come “sensibili” (cioè idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni od
organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché idonei a rilevare lo stato di salute e la vita sessuale), per il cui trattamento la legge richiede il consenso scritto
dell’Interessato. Il conferimento dei dati personali da parte dell’Interessato ed il loro trattamento da parte della Banca e dei
soggetti cui la stessa li può comunicare sono necessari per la
valutazione della richiesta dell’Interessato e per la gestione del
rapporto con il medesimo eventualmente instaurato. Quindi, il
mancato conferimento dei dati e del consenso dell’Interessato
al loro trattamento (inclusa la comunicazione) comporterà l’impossibilità per la Banca di dar corso alla richiesta dell’Interessato. Titolare del trattamento è la Deutsche Bank S.p.A., Piazza del Calendario 3 – 20126 Milano – Cap. Soc. Euro
310.659.856,26, codice fiscale, partita I.V.A. e numero di iscrizione al registro delle imprese di Milano 01340740156 – Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi – Iscritta
all’albo delle banche e capogruppo del gruppo bancario Deutsche Bank, a sua volta iscritto all’albo dei gruppi bancari. La
Banca è una società controllata dalla Deutsche Bank AG (di
seguito “DB AG”), con sede in Francoforte (Repubblica Federale Tedesca) e fa parte del gruppo mondiale di quest’ultima (di
seguito “gruppo DB AG”). Responsabile del trattamento dei dati
personali dell’Interessato è il preposto alla Macro-Divisione
PCAM della stessa Deutsche Bank S.p.A., domiciliato presso
quest’ultima al seguente indirizzo: Piazza del Calendario 3 –
20126 Milano. I dati personali dell’Interessato sono trattati nell’ambito della normale attività di erogazione del credito nelle
sue diverse forme e per le seguenti finalità:
a. finalità strettamente connesse e strumentali alla gestione
dei rapporti con l’Interessato (e.g. acquisizione di informazioni preliminari alla conclusione di un contratto, esecuzione di operazioni sulla base degli obblighi derivanti dal contratto concluso con l’Interessato, etc.);
b. finalità connesse agli obblighi imposti da leggi e da regolamenti (italiani ed esteri), dalla normativa comunitaria, nonché da disposizioni impartite da autorità (italiane ed estere) a ciò legittimate dalla legge e da organi di vigilanza e
controllo (e.g. Centrale Rischi, legge sull’usura, legge sull’antiriciclaggio, etc.).
In relazione alle finalità sopraindicate, i dati personali dell’Interessato possono essere trattati – nel rispetto della legge e degli
obblighi di riservatezza cui si è sempre ispirata l’attività della
Banca – mediante elaborazioni manuali, strumenti informatici e
telematici, con logiche strettamente correlate alle finalità stesse e, comunque, in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati dell’Interessato (anche nel caso di utilizzo di
tecniche di comunicazione a distanza). I dati personali dell’Interessato, nel rispetto delle modalità di cui sopra, sono detenuti in Italia ed all’estero. In relazione alla valutazione della
richiesta dell’Interessato ed alla gestione del rapporto con il
medesimo eventualmente instaurato, la Banca può comunicare i dati dell’Interessato alle seguenti categorie di soggetti
(italiani ed esteri):
• soggetti che si occupano della gestione amministrativocontabile del rapporto con l’Interessato (e.g. soggetti che
svolgono servizi per l’acquisizione, la registrazione, ed il
trattamento di dati rivenienti da documenti o supporti forniti od originati dall’Interessato ed aventi ad oggetto lavorazioni massive relative a pagamenti, effetti, assegni ed altri
titoli; soggetti che svolgono attività di trasmissione, stampa, imbustamento, trasporto e smistamento delle comunicazioni indirizzate all’Interessato; soggetti che svolgono
servizi di registrazione dati tramite scansione, fotoriproduzione ed archiviazione della documentazione relativa ai
rapporti intercorsi con l’Interessato; soggetti che prestano
attività di assistenza telefonica in sede di esecuzione dei
rapporti intrattenuti dall’Interessato; soggetti che prestano
servizi informatici);
• soggetti che svolgono servizi bancari, finanziari, assicurativi o servizi di investimento (e.g. soggetti che intervengono nella gestione dei servizi di pagamento; società i cui
prodotti o servizi sono collocati dalla Banca; società che
collocano i prodotti della Banca; altre banche, intermediari
finanziari o imprese di investimento; Poste Italiane S.p.A.,
Viale Europa 190, 00144 Roma; le società che offrono le
coperture assicurative cui l’Interessato abbia aderito in
sede di richiesta del Prestito BancoPosta);
• soggetti che intervengono nella valutazione della solvibilità
dell’Interessato;
• enti che rilevano rischi finanziari, al fine di alimentare le
banche dati da loro gestite (c.d. “centrali rischi private”), cui
possono avere accesso i loro aderenti (altre banche ed
enti finanziari) in sede di valutazione delle richieste di
finanziamento loro inoltrate, a fini di contenimento del
rischio creditizio, quali:
• CRIF – Centrale Rischi Finanziaria S.p.A., Via Fantin 1/3,
40131 Bologna (la quale raccoglie informazioni su rapporti di finanziamenti indipendentemente dalla sussistenza di
inadempimenti nei rimborsi);
• CTC – Consorzio Tutela del Credito, Viale Tunisia 50,
20124 Milano (la quale raccoglie informazioni solo su rapporti di finanziamenti morosi o a sofferenza);
• Experian Information Services S.p.A., Via C. Pesenti 121,
00158 Roma (la quale raccoglie informazioni su rapporti di
finanziamenti indipendentemente dalla sussistenza di inadempimenti nei rimborsi);
• soggetti che svolgono attività di recupero crediti od esattori;
• soggetti che gestiscono sistemi nazionali ed internazionali
per il controllo delle frodi ai danni delle banche, degli intermediari finanziari e dei soggetti finanziati;
• società di factoring, ovvero ad altri soggetti per finalità correlate ad attività di cartolarizzazione o cessione crediti;
• autorità amministrative e giudiziarie (italiane ed estere);
• società di revisione ed altri soggetti che svolgono attività di
consulenza a favore della Banca;
• DB AG e società italiane ed estere del gruppo DB AG (la
comunicazione dei dati personali dell’Interessato a tali sog-
3getti è dovuta al fatto che la Banca è controllata da DB AG
e fa conseguentemente parte del gruppo DB AG ed è finalizzata a consentire alla medesima DB AG di relazionare,
in forza di obblighi normativi, le autorità amministrative e
giudiziarie cui la stessa è sottoposta, ovvero di controllare
la gestione dei rischi finanziari, nonché la sana e prudente
gestione propria e dei soggetti appartenenti al gruppo DB
AG).
I predetti soggetti potranno trattare i dati dell’Interessato, a
seconda dei casi, in qualità di incaricati o responsabili del trattamento di cui è titolare la Banca, ovvero in qualità di titolari di
un autonomo trattamento. Presso tutte le succursali della Banca sono disponibili:
(a) un elenco dei soggetti che possono trattare i dati personali dell’Interessato in qualità di responsabili del trattamento
di cui è titolare la Banca (tale elenco è pubblicato anche
sul sito internet “www.deutsche-bank.it”);
(b) un elenco dei soggetti che possono trattare i dati personali dell’Interessato in qualità di titolari di un autonomo trattamento.
L’art. 7 del Codice in materia di protezione dei dati personali
riconosce all’Interessato i seguenti diritti:
• di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati,
e la loro comunicazione in forma intelligibile;
• di ottenere l’indicazione dell’origine dei dati personali, delle finalità e modalità del trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare, dei
responsabili, dei soggetti o delle categorie di soggetti ai
quali i dati personali possono essere comunicati o che
possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o
incaricati;
• di ottenere: (a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero,
quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco
dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di
cui non è necessaria la conservazione in relazione agli
scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; (b) l’attestazione che le predette operazioni sono state portate a conoscenza, anche per quanto
riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di
mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto
tutelato;
• di opporsi, in tutto o in parte: (a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché
pertinenti allo scopo della raccolta; (b) al trattamento di
dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di
ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
Codice di deontologia e di buona condotta per i
sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tema
di crediti al consumo, affidabilità e puntualità nei
pagamenti – INFORMATIVA
(G.U. n. 300 del 23 dicembre 2004)
Come utilizziamo i Suoi dati
(art. 13 del Codice sulla protezione dei dati personali art. 5 del
codice deontologico sui sistemi di informazioni creditizie).
Per concederLe il finanziamento richiesto, utilizziamo alcuni dati
che La riguardano. Si tratta di informazioni che Lei stesso ci fornisce o che otteniamo consultando alcune banche dati. Senza
questi dati, che ci servono per valutare la Sua affidabilità,
potrebbe non esserLe concesso il finanziamento. Queste informazioni saranno conservate presso di noi; alcune saranno
comunicate a grandi banche dati istituite per valutare il rischio
creditizio, gestite da privati e consultabili da molti soggetti. Ciò
significa che altre banche o finanziarie a cui Lei chiederà un
altro prestito, un finanziamento, una carta di credito, ecc., anche
per acquistare a rate un bene di consumo, potranno sapere se
Lei ha presentato a noi una recente richiesta di finanziamento,
se ha in corso altri prestiti o finanziamenti e se paga regolarmente le rate. Qualora Lei sia puntuale nei pagamenti, la conservazione di queste informazioni da parte delle banche dati
richiede il Suo consenso (tale consenso non è necessario qualora Lei lo abbia già fornito sulla base di una nostra precedente
informativa). In caso di pagamenti con ritardo o di omessi pagamenti, oppure nel caso in cui il finanziamento riguardi la Sua
attività imprenditoriale o professionale, tale consenso non è
necessario. Lei ha diritto di conoscere i Suoi dati e di esercitare
i diversi diritti relativi al loro utilizzo (rettifica, aggiornamento,
cancellazione, ecc.). Per ogni richiesta riguardante i Suoi dati,
utilizzi nel Suo interesse il fac-simile presente sul sito
www.garanteprivacy.it inoltrandolo alla nostra società:
DEUTSCHE BANK S.p.A.
Piazza del Calendario, 3 – 20126 MILANO MI
e-mail: protezione.dati@db.com
e/o alle Società sotto indicate, cui comunicheremo i Suoi dati:
CTC – Consorzio per la Tutela del Credito, CRIF S.p.A.,
Experian Information Service S.p.A., SIA S.p.A.
Troverà qui sotto i loro recapiti ed altre spiegazioni. Conserviamo
i Suoi dati presso la nostra società per tutto ciò che è necessario
per gestire il finanziamento e adempiere ad obblighi di legge. Al
fine di meglio valutare il rischio creditizio, ne comunichiamo alcuni
(dati anagrafici, anche della persona eventualmente coobbligata,
tipologia del contratto, importo del credito, modalità di rimborso) ai
sistemi di informazioni creditizie, i quali sono regolati dal relativo
codice deontologico del 2004 (Gazzetta Ufficiale 23 dicembre
2004, n. 300; sito web www.garanteprivacy.it). I dati sono resi
accessibili anche ai diversi operatori bancari e finanziari partecipanti, di cui indichiamo di seguito le categorie. I dati che La riguardano sono aggiornati periodicamente con informazioni acquisite
nel corso del rapporto (andamento dei pagamenti, esposizione
debitoria residuale, stato del rapporto). Nell’ambito dei sistemi di
informazioni creditizie, i Suoi dati saranno trattati secondo modalità di organizzazione, raffronto ed elaborazione strettamente indispensabili per perseguire le finalità sopra descritte, e in particolare
per estrarre in maniera univoca dal sistema di informazioni creditizie le informazioni a lei ascritte. Tali elaborazioni verranno effettuate attraverso strumenti informatici, telematici e manuali che garantiscono la sicurezza e la riservatezza degli stessi, anche nel caso
di utilizzo di tecniche di comunicazione a distanza. I Suoi dati possono essere oggetto di particolari elaborazioni statistiche al fine di
attribuirLe un giudizio sintetico o un punteggio sul Suo grado di affidabilità e solvibilità (cd. credit scoring), tenendo conto delle
seguenti principali tipologie di fattori: numero e caratteristiche dei
rapporti di credito in essere, andamento e storia dei pagamenti dei
rapporti in essere o estinti, eventuale presenza e caratteristiche
delle nuove richieste di credito, storia dei rapporti di credito estinti.
Alcune informazioni aggiuntive possono esserLe fornite in caso di
mancato accoglimento di una richiesta di credito. I sistemi di informazioni creditizie cui noi aderiamo sono gestiti da:
41. ESTREMI IDENTIFICATIVI: CTC – Consorzio per la Tutela del Credito, Viale Tunisia 50 – 20124 Milano, tel.
0266710235-29, fax 0267479250, www.ctconline.it /
TIPOLOGIA DI SISTEMA: solo negativo / PARTECIPANTI: banche, società finanziarie, società di leasing / TEMPI
DI CONSERVAZIONE DEI DATI: tempi indicati nel codice di deontologia, vedere tabella sotto riportata / USO DI
SISTEMI AUTOMATIZZATI DI CREDIT SCORING: no.
2. ESTREMI IDENTIFICATIVI: CRIF S.p.A., con sede legale
in Bologna, Ufficio Relazioni con il Pubblico: Via Fantin 1/3,
40131 Bologna, fax: 051 6458940, tel. 051 6458900, sito
internet: www.consumatori.crif.com / TIPO DI SISTEMA:
positivo e negativo / PARTECIPANTI: Banche, società
finanziarie e società di leasing / TEMPI DI CONSERVAZIONE DEI DATI: tempi indicati nel codice di deontologia,
vedere tabella sotto riportata / USO DI SISTEMI AUTOMATIZZATI DI CREDIT SCORING: si / ALTRO: CRIF S.p.A.
aderisce ad un circuito internazionale di sistemi di informazioni creditizie operanti in vari paesi europei ed extra-europei e, pertanto, i dati trattati potranno essere comunicati
(sussistendo tutti i presupposti di legge) ad altre società,
anche estere, che operano – nel rispetto della legislazione
del loro paese – come autonomi gestori dei suddetti sistemi di informazioni creditizie e quindi perseguono le medesime finalità di trattamento del sistema gestito da CRIF
S.p.A. (elenco sistemi esteri convenzionati disponibili al
sito www.crif.com/…).
3.  ESTREMI IDENTIFICATIVI: Experian Information Services S.p.A., con sede legale in Roma, Via C. Pesenti n.
121, 00158 Roma; Recapiti utili: Servizio Tutela Consumatori (responsabile interno per i riscontri agli interessati), Via C. Pesenti n. 121, 00158 Roma – fax 199.101.850,
tel. 199.183.538, sito internet: www.experian.it (Area
Consumatori) / TIPO DI SISTEMA: positivo e negativo /
PARTECIPANTI: Banche, intermediari finanziari nonché
altri soggetti privati che, nell’esercizio di un’attività commerciale o professionale, concedono una dilazione di
pagamento del corrispettivo per la fornitura di beni o servizi (fatta eccezione, comunque, di soggetti che esercitano attività di recupero crediti) / TEMPI DI CONSERVAZIONE DEI DATI: tali tempi sono ridotti a quelli indicati
nella tabella sotto riportata nei termini previsti dalle disposizioni del codice deontologico / USO DI SISTEMI AUTOMATIZZATI DI CREDIT SCORING: si / ALTRO: Experian
Information Services S.p.A. effettua, altresì, in ogni forma
(anche, dunque, mediante l’uso di sistemi automatizzati
di credit scoring) e nel rispetto delle disposizioni vigenti,
il trattamento di dati provenienti da pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili da chiunque. I dati oggetto di trattamento da parte dell’Experian Information Services S.p.A. possono venire a conoscenza di Experian Ltd,
con sede in Nottingham (UK) che, nella qualità di responsabile, fornisce servizi di supporto tecnologico funzionali
a tale trattamento. L’elenco completo dei Responsabili,
nonché ogni ulteriore eventuale dettaglio di carattere
informativo, con riferimento al trattamento operato dalla
Experian Information Services S.p.A., è disponibile sul
sito www.experian.it
4.  ESTREMI IDENTIFICATIVI: Sistema centralizzato di rilevazione dei rischi di importo contenuto (CICCR o Centrale
rischi associativa) gestito da SIA S.p.A., Via T. Taramelli,
26 – 20124 Milano, tel. 02 60841, fax 02 60843920, sito
internet: www.sia.it / TIPOLOGIA DI SISTEMA: solo positivo / PARTECIPANTI: banche, società finanziarie, intermediari iscritti nell’elenco speciale ex art. 107 D. Lgs.
385/1993 / TEMPI DI CONSERVAZIONE DEI DATI: 24
mesi per le persone fisiche (elevabili a 36 mesi), 36 mesi
per le persone giuridiche / USO DI SISTEMI AUTOMATIZZATI DI CREDIT SCORING: no.
Lei ha diritto di accedere in ogni momento ai dati che La
riguardano.
Si rivolga alla nostra società al preposto alla Divisione Private&Business Clients, oppure ai gestori dei sistemi di
informazioni creditizie, ai recapiti sopra indicati.
Allo stesso modo può richiedere la correzione, l’aggiornamento o l’integrazione dei dati inesatti o incompleti, ovvero
la cancellazione o il blocco per quelli trattati in violazione di
legge, o ancora opporsi al loro utilizzo per motivi legittimi da
evidenziare nella richiesta (art. 7 del Codice sulla protezione dei dati personali; art. 8 del codice deontologico).
Tempi di conservazione dei dati nei sistemi di informazioni creditizie:
richieste di finanziamento
6 mesi, qualora l’istruttoria lo richieda, o 1 mese in caso di
rifiuto della richiesta o rinuncia alla stessa
morosità di due rate o di due mesi poi sanate
12 mesi dalla regolarizzazione
ritardi superiori sanati anche su transazione
24 mesi dalla regolarizzazione
eventi negativi (ossia morosità, gravi inadempimenti, sofferenze) non sanati
36 mesi dalla data di scadenza contrattuale del rapporto o
dalla data in cui è risultato necessario l’ultimo aggiornamento (in caso di successivi accordi o altri eventi rilevanti in relazione al rimborso)
rapporti che si sono svolti positivamente (senza ritardi o
altri eventi negativi)
36 mesi in presenza di altri rapporti con eventi negativi non
regolarizzati. Nei restanti casi, nella prima fase di applicazione del codice di deontologia, il termine sarà di 36 mesi dalla data di cessazione del rapporto o di scadenza del contratto, ovvero dal primo aggiornamento effettuato nel mese successivo a tali date (nel secondo semestre del 2005, dopo la
valutazione del Garante, tale termine rimarrà a 36 mesi o
verrà ridotto a 24 mesi: si veda il sito www.garanteprivacy.it)
5PACCHETTO ASSICURATIVO
PRESTITO BANCOPOSTA
EURIZONVITA – NOTA INFORMATIVA
(In relazione alla polizza collettiva Prestito BancoPosta derivante da apposita convenzione stipulata da Poste Italiane S.p.A. distributrice di Prestito BancoPosta con EurizonVita S.p.A.)
I. INFORMAZIONI RELATIVE ALLA COMPAGNIA
EurizonVita S.p.A. è una Compagnia di assicurazione, soggetta
all’attività di direzione e coordinamento di Eurizon Financial
Group S.p.A e appartenente al Gruppo Intesa Sanpaolo, che ha
sede legale e direzione generale in corso Cairoli, 1 – 10123 Torino – Italia – tel. 011.092.1 – fax 011.092.92.92 e Uffici amministrativi in via U. Hoepli, 10 – 20121 Milano – Italia – tel. 02.3051.1 – fax
02.3051.2950 e in via E. Q. Visconti, 80 – 00193 Roma – Italia –
tel. 06.3571.1 – fax 06.3571.4509 sito internet: www.eurizonvita.it
– indirizzo di posta elettronica: relazioniclienti@eurizonvita.it.
È un’Impresa autorizzata all’esercizio delle Assicurazioni con
D.M. n. 17260 del 15/10/1987 pubblicato sulla G.U. n. 251 del
27/10/1987 e con Provvedimento n. 2316 del 18/11/2004 pubblicato sulla G.U. n. 286 del 06/12/2004. La Società di revisione
dell’Impresa è Reconta Ernst & Young S.p.A. con sede in G. D.
Romagnosi, 18/A – 00196 Roma – Italia.
II. INFORMAZIONI GENERALI RELATIVE AL CONTRATTO
Legislazione
Al contratto stipulato si applica la legge italiana.
Lingua utilizzabile
Il contratto è redatto in lingua italiana.
Reclami
Eventuali reclami riguardanti il rapporto contrattuale o la gestione
dei sinistri devono essere inoltrati per iscritto a EurizonVita S.p.A. –
Relazioni Clienti, via E.Q.Visconti, 80 – 00193 Roma, fax
06.3571.4509, indirizzo di posta elettronica: relazioniclienti@eurizonvita.it. Qualora l’esponente non si ritenga soddisfatto dell’esito
del reclamo o in caso di assenza di riscontro nel termine massimo
di 45 giorni, potrà rivolgersi all’ISVAP, Servizio Tutela degli Utenti,
via del Quirinale, 21 – 00187 Roma, telefono 06.42.133.1, corredando l’esposto della documentazione relativa al reclamo trattato dalla
Compagnia. In relazione alle controversie inerenti la quantificazione delle prestazioni e l’attribuzione delle responsabilità si ricorda
che permane la competenza esclusiva dell’Autorità giudiziaria, oltre
alla facoltà di ricorrere a sistemi conciliativi ove esistenti.
Controllo e disciplina dell’Assicurazione Vita
L’ISVAP (Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse
Collettivo) esercita istituzionalmente la vigilanza sulla gestione tecnica
del ramo vita e quindi anche sulla costituzione e sul regolare accantonamento delle riserve matematiche, cioè degli investimenti effettuati
dalla Compagnia per soddisfare, in qualsiasi momento, gli obblighi
contratti nei confronti degli aventi diritto (Assicurati o Beneficiari).
Informazioni in corso di contratto
Informazioni relative alla Compagnia
La Compagnia comunicherà tempestivamente per iscritto all’Assicurato e al Contraente qualunque modifica dovesse intervenire nel corso
della durata contrattuale, con riferimento agli elementi indicati al punto I.
Informazioni generali relative al contratto
La Compagnia fornirà per iscritto all’Assicurato e al Contraente,
nel corso della durata contrattuale, le informazioni relative agli elementi essenziali del contratto anche qualora subiscano variazioni
per intervenute modifiche nella legislazione a esso applicabile.
Termini di prescrizione
I diritti derivanti dal contratto si prescrivono nel termine di un
anno a decorrere dal giorno in cui si è verificato il fatto su cui il
diritto si fonda (art. 2952 del codice civile).
III. INFORMAZIONI SPECIFICHE RELATIVE AL PACCHETTO
ASSICURATIVO PRESTITO BANCOPOSTA
Definizione delle Garanzie
Le presenti informazioni hanno lo scopo di richiamare l’attenzione dell’Assicurato su taluni aspetti fondamentali delle garanzie
(pur non avendo natura di pattuizioni contrattuali) perché lo stesso possa sottoscrivere la dichiarazione di adesione con cognizione di causa e fondatezza di giudizio.
È possibile sottoscrivere le presenti garanzie solo qualora sia
stato scelto di aderire a Prestito BancoPosta. Alle garanzie si
accede compilando e sottoscrivendo l’apposita sezione “Dichiarazione di adesione” contenuta nel Modulo di richiesta di Prestito BancoPosta; è fondamentale che le dichiarazioni rese siano
complete e veritiere per evitare possibili contestazioni che
potrebbero pregiudicare il diritto alla prestazione.
La durata della copertura è pari alla durata originaria del contratto di finanziamento, salvo nei casi di:
• decesso dell’Assicurato nel corso della durata del contratto di
finanziamento;
• accertamento a cura di un medico legale dell’effettiva sussistenza delle condizioni per la liquidazione dell’indennizzo per
Invalidità Totale Permanente dell’Assicurato;
• accertamento a cura di un medico legale dell’effettiva sussistenza delle condizioni per la liquidazione dell’indennizzo
previsto per la copertura Malattia Grave dell’Assicurato.
Sono assicurabili le persone fisiche che hanno richiesto e ottenuto Prestito BancoPosta che sono di età anagrafica compresa
fra i 18 anni compiuti e i 68 anni non compiuti; la copertura resta
valida fino al mese di compimento del 72° anno di età. Il premio
unico, indicato nel Modulo di richiesta di Prestito BancoPosta, è
calcolato in percentuale dell’importo nominale di Prestito BancoPosta ed è corrisposto in via anticipata mediante trattenuta sull’importo finanziato.
Valori di riscatto, riduzioni e prestiti non sono previsti dalla polizza.
Il sottoscrittore può esercitare il diritto di recesso dalla polizza
entro 30 giorni dalla decorrenza, dandone comunicazione con
raccomandata A.R. indirizzata al seguente indirizzo:
Poste Italiane S.p.A.
c/o Cardif Gestione Linea Persone
Largo Toscanini, 1 – 20122 Milano
Il premio, al netto dell’imposta, sarà restituito al sottoscrittore
entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione di recesso.
In virtù del recesso dal contratto, le Parti sono libere da qualsiasi obbligo da esso derivante a partire dalle ore 24 del giorno di
spedizione della comunicazione di recesso attestata dal timbro
postale di invio.
Aspetti fiscali e legali
1. Imposta sul premio – La parte di premio relativa alle coperture prestate da EurizonTutela S.p.A. è soggetta a un’imposta
che, alla data di redazione della presente Nota Informativa, è
pari al 2,50%.
2. Detrazione fiscale – I premi per assicurazioni aventi per
oggetto il rischio di morte o di invalidità permanente superiore al 5,00% da qualsiasi causa derivante o di non autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana, se la
Compagnia non ha facoltà di recesso dal contratto, ai sensi
dell’art. 15 comma 1) lett. f) del D.P.R. n. 917/86, danno diritto annualmente a una detrazione dall’Imposta sul Reddito
(IRPEF) dichiarato dall’Assicurato alle condizioni e nei limiti
fissati dalla legge.
Alla data di redazione della presente Nota Informativa è
facoltà dell’Assicurato detrarre dalla suddetta imposta un
importo pari al 19,00% del premio versato per l’assicurazione calcolato su un massimo di 1.291,14 euro, indipendentemente dalla durata del contratto, dal reddito dichiarato o da
eventuali prestiti richiesti dall’Assicurato.
Per i percettori di redditi di lavoro dipendente e assimilato, si
tiene conto, ai fini del predetto limite, anche dei premi di assicurazione in relazione ai quali il datore di lavoro ha effettuato la detrazione in sede di ritenuta.
63. Tassazione delle somme assicurate – Le somme erogate dalla Compagnia al verificarsi del decesso dell’Assicurato sono
esenti da IRPEF (art. 34 del D.P.R. n. 601/73) e dall’imposta
sostitutiva del 12,50% sulla differenza fra la somma dovuta e
l’ammontare del premio pagato (art. 6 del D.P.R. n. 917/86 ).
4. Diritto proprio del Beneficiario – Ai sensi dell’art. 1920 del
codice civile, il Beneficiario di un contratto di assicurazione
sulla vita acquista, per effetto della designazione fatta a suo
favore dall’Assicurato, un diritto proprio ai vantaggi dell’assicurazione. Ciò significa, in particolare, che le somme corrisposte a seguito di decesso dell’Assicurato non rientrano
nell’asse ereditario.
Le Condizioni di Assicurazione contengono tutte le norme che
regolano il presente contratto di assicurazione per il caso morte
nonché il contratto di assicurazione per le coperture assicurative
Invalidità Totale Permanente da Infortunio o Malattia, Inabilità
Temporanea Totale da Infortunio o Malattia, Perdita di Impiego,
Malattia Grave prestate da EurizonTutela S.p.A.
Esse sono articolate nelle seguenti parti:
• una prima parte di Definizioni/Glossario che serve a meglio
comprendere il contenuto delle assicurazioni;
• una seconda parte con le Condizioni di Assicurazione di cui
si richiama l’attenzione sugli articoli seguenti:
– art. 1 “Persone assicurabili”, che stabilisce quali sono i requisiti
per fruire delle assicurazioni;
– art. 6 “Esclusioni”, che stabilisce i casi in cui l’assicurazione
prestata non è operante;
– art. 9 “Gestione dei sinistri”, che stabilisce i termini di denuncia
di un sinistro.
IV. COSA FARE IN CASO DI SINISTRO PER LA SPECIFICA
GARANZIA
Il Numero Verde 800-021678 è sempre a Sua disposizione dal
lunedì al venerdì.
In ogni caso occorre comunicare il sinistro per iscritto alla Società delegata dalla Compagnia alla gestione dei sinistri con raccomandata A.R. al seguente indirizzo:
Poste Italiane S.p.A.
c/o Cardif Gestione Linea Persone
Largo Toscanini, 1 – 20122 Milano
Gli aventi causa dell’Assicurato dovranno fornire i seguenti
documenti:
– certificato di morte;
– certificato medico che precisi le esatte cause della morte;
in caso di decesso a seguito di ricovero:
– copia della cartella clinica;
in caso di decesso avvenuto a seguito di incidente stradale:
– copia del verbale reso dalle autorità intervenute;
se è stata effettuata l’autopsia:
– copia del reperto autoptico
La Compagnia si riserva il diritto di richiedere:
– ulteriori accertamenti medici o documentazioni atte ad una
corretta valutazione del sinistro;
– copia del contratto di finanziamento.
L’Assicurato od i suoi aventi causa devono inoltre sciogliere
da ogni riserbo i medici curanti e il datore di lavoro nonché
consentire le indagini, gli accertamenti e le visite mediche
eventualmente necessarie da effettuarsi ad opera di consulenti medici di fiducia dell’Assicuratore, il cui costo sarà a totale
carico della Compagnia.
EURIZONTUTELA – NOTA INFORMATIVA
(In relazione alle coperture prestate da EurizonTutela e ai sensi
dell’art. 123 del decreto legislativo 17 marzo 1995 n. 175 e delle
disposizioni ISVAP)
I. INFORMAZIONI RELATIVE ALL’IMPRESA ASSICURATRICE
La Società EurizonTutela S.p.A. ha sede legale in Italia, Corso
Cairoli 1,10123 – Torino, ed è autorizzata all’esercizio delle assicurazioni con provvedimenti ISVAP N. 340 del 30/09/96 pubb. su
G.U. N. 236 dell’8/10/96 e N. 2446 del 21/07/06 pubb. su G.U.
N. 185 del 10/08/06. La Società ha come socio unico EurizonVita S.p.A. ed è soggetta all’attività di direzione e coordinamento di
Eurizon Financial Group S.p.A.
II. INFORMAZIONI GENERALI RELATIVE AL CONTRATTO
Legislazione
Alle polizze si applica la legge italiana.
Reclami
Eventuali reclami riguardanti il rapporto contrattuale o la gestione dei sinistri devono essere inoltrati per iscritto a EurizonTutela
S.p.A – Relazioni clienti, Via E. Q. Visconti, 80 – 00193 Roma, fax
06.3571.4509, posta elettronica: relazioniclienti@eurizontutela.it.
Qualora l’esponente non si ritenga soddisfatto dell’esito del reclamo o in caso di assenza di riscontro nel termine massimo di quarantacinque giorni, potrà rivolgersi all’ISVAP, Servizio Tutela degli
Utenti, Via del Quirinale, 21 – 00187 Roma, corredando l’esposto
della documentazione relativa al reclamo trattato dalla Compagnia. In relazione alle controversie inerenti la quantificazione delle prestazioni e l’attribuzione della responsabilità si ricorda che
permane la competenza esclusiva dell’Autorità Giudiziaria, oltre
alla facoltà di ricorrere a sistemi conciliativi ove esistenti.
Termini di prescrizione
I diritti derivanti dalle polizze si prescrivono nel termine di un
anno a decorrere dal giorno in cui si è verificato il fatto su cui il
diritto si fonda (art. 2952 del Codice Civile).
Dichiarazioni del Contraente – Assicurato
Le dichiarazioni inesatte o le reticenze del Contraente e/o dell’Assicurato sulle informazioni necessarie al perfezionamento
della polizza possono comportare la perdita totale o parziale dell’indennizzo, nonché la cessazione della polizza ai sensi degli
artt. 1892,1893,1894 C.C.
III. INFORMAZIONI SPECIFICHE RELATIVE ALLE COPERTURE FORNITE DA EURIZONTUTELA S.p.a. FACENTE PARTE DEL PACCHETTO ASSICURATIVO ABBINATO AL
“PRESTITO BANCOPOSTA”
Le presenti informazioni hanno lo scopo di richiamare l’attenzione dell’Aderente/Assicurato su taluni aspetti fondamentali
della garanzia (pur non avendo natura di pattuizioni contrattuali) perché lo stesso possa sottoscrivere la Dichiarazione di Adesione con cognizione di causa e fondatezza di giudizio. Per le
condizioni di contratto, si rinvia al testo della Polizza “Prestito
Bancoposta” contenuto nel seguito del presente documento.
Alla Copertura si accede compilando e sottoscrivendo il modulo di Dichiarazione di Adesione: è fondamentale che le dichiarazioni rese siano complete e veritiere per evitare possibili contestazioni che potrebbero pregiudicare il diritto all’indennizzo.
La durata della Copertura è pari alla durata originaria del Contratto di finanziamento, ancorché il finanziamento venga estinto anticipatamente.
L’assicurazione è stipulabile da persone fisiche, di età compresa tra i 18 ed i 68 anni non compiuti e resta valida fino al compimento del 72.mo anno di età.
Il premio è unico, è indicato nel modulo di richiesta del Prestito
BancoPosta, è calcolato in percentuale dell’importo nominale
del Prestito BancoPosta ed è corrisposto in via anticipata
mediante trattenuta sull’importo finanziato.
Diritto di recesso.
L’Assicurato può recedere dalla copertura assicurativa di cui al
7Decesso: la morte dell’Assicurato avvenuta per qualsiasi causa,
fatta eccezione per le esclusioni di cui ai successivi articoli.
Dichiarazione di Adesione: la dichiarazione, sottoscritta sul
Modulo di Richiesta del Prestito BancoPosta dalla persona che
aderisce all’assicurazione stipulata dal Contraente, contenente
dichiarazioni rilevanti ai fini delle coperture assicurative.
Ente che eroga il Prestito BancoPosta: la Banca, quale indicata nelle premesse del Contratto.
Inabilità Temporanea Totale al Lavoro: l’Assicurato è in Inabilità Temporanea e Totale se, a seguito di Infortunio o Malattia,
è nella completa impossibilità fisica, medicalmente accertata, di
esercitare la sua professione o mestiere per una durata maggiore di 60 giorni consecutivi, a condizione che il giorno in cui si verifica il sinistro egli eserciti effettivamente un’attività lavorativa
regolare.
Indennizzo, Indennità, Prestazione: la somma liquidabile dall’Assicuratore in base alla Polizza.
Invalidità Totale Permanente da Infortunio o Malattia: la perdita definitiva ed irrimediabile da parte dell’Assicurato, a seguito
di infortunio o malattia, della capacità di svolgere un qualsiasi
lavoro proficuo, indipendentemente dalla professione esercitata.
L’Invalidità Totale Permanente da Infortunio o Malattia viene riconosciuta quando il grado percentuale di invalidità permanente
dell’Assicurato sia pari o superiore al 60% secondo le tabelle
contenute nel D.P.R. 30 giugno 1965 n° 1124.
Infortunio: evento dovuto a causa fortuita violenta ed esterna,
che produca lesioni fisiche obiettivamente constatabili, che
abbiano per conseguenza il Decesso o una Invalidità Totale Permanente o una Inabilità Temporanea Totale al Lavoro.
Sono considerati infortuni anche: l’asfissia non di origine morbosa; gli avvelenamenti acuti da involontario assorbimento di
sostanze; l’annegamento; l’assideramento o il congelamento; i
colpi di sole o di calore; nonché gli infortuni subiti in stato di malore o incoscienza.
Lavoratore Autonomo: la persona fisica che abbia presentato
ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) una
dichiarazione relativa all’anno precedente che escluda la percezione di reddito da lavoro dipendente (vedesi definizione di Lavoratore Dipendente) e che comporti denuncia di almeno uno dei
redditi definiti agli articoli 29 (reddito agrario), 49 (reddito di lavoro autonomo), 51 (redditi di impresa), del D.P.R. 22 dicembre
1986, n. 917 e successive modifiche, e/o redditi derivanti dalla
partecipazione in società di persone; sono considerati Lavoratori Autonomi i cosiddetti “collaboratori coordinati e continuativi”.
Lavoratore Dipendente: la persona fisica che abbia superato il
periodo di prova e che risulti assunta da almeno 6 mesi e che sia
obbligata a prestare il proprio lavoro, con qualsiasi qualifica o in
qualsiasi categoria, alle dipendenze di altri, in base ad un contratto di lavoro dipendente comportante un obbligo di prestazione
non inferiore a 16 ore settimanali.
Sono altresì considerati Lavoratori Dipendenti coloro che godono di redditi di cui all’art. 47, comma 1, D.P.R. 22.12.1986 n. 917,
lettere: a) (lavoratori soci di cooperative), c) (borse, assegni o
sussidi a fini di studio o di addestramento).
Malattia: alterazione dello stato di salute non dipendente da
infortunio.
Malattie Gravi: sono considerate tali le seguenti patologie:
• ictus: qualsiasi accidente cerebrovascolare che produca
sequele neurologiche di durata superiore alle 24 ore e comprenda infarto del tessuto cerebrale, emorragia ed embolizzazione da fonte extracranica. Deve esservi prova di deficit
neurologico permanente.
• cancro: tumore maligno caratterizzato dalla crescita e dal diffondersi incontrollato di cellule maligne e dall’invasione dei tessuti. Questo comprende la leucemia (di tipo diverso dalla leucemia linfocitica cronica), ma esclude il cancro non invasivo in situ,
i tumori in presenza di qualsiasi virus da immunodeficienza e
qualsiasi cancro della pelle diverso dal melanoma maligno.
• attacco cardiaco: necrosi di una parte del muscolo cardiaco
risultante da un apporto insufficiente di sangue nella regione
interessata. La diagnosi deve basarsi su tutti e tre i seguenti
fattori: anamnesi di precordialgia tipica, nuove alterazioni
elettrocardiografiche, aumento degli enzimi cardiaci.
• patologia coronarica che richiede intervento chirurgico: inter-
8
Pacchetto Assicurativo entro 30 giorni dalla Data di Decorrenza,
dandone comunicazione a Poste Italiane S.p.A. presso Cardif
Gestione Linea Persone – Largo Toscanini, 1 – 20122 Milano a
mezzo di lettera raccomandata con ricevuta di ritorno. Il recesso
in tal modo esercitato determina la cessazione della copertura
assicurativa dalle ore 24.00 del giorno di spedizione della raccomandata e la restituzione al cliente del premio versato al netto
delle imposte di legge.
Le diverse prestazioni possono prevedere dei periodi di carenze
come dettagliato nell’art. 5. In particolare per la garanzia Mgrv
(“Malattia grave”; per il significato delle sigle si rimanda alle definizioni) è soggetta a un periodo di Carenza pari a 60 giorni; la
garanzia ITT (Inabilità Temporanea Totale) è soggetta a un
periodo di Carenza pari a 60 giorni per i Sinistri conseguenti a
Malattia; la garanzia PDL (Perdita del posto di lavoro) è soggetta a un periodo di Carenza pari a 60 giorni.
Aspetti legali e fiscali.
1. Detrazione fiscale – I premi per assicurazioni aventi per oggetto
il rischio di morte o di invalidità permanente non inferiore al 5% da
qualsiasi causa derivante o di non autosufficienza nel compimento
degli atti della vita quotidiana, se la Compagnia non ha facoltà di
recesso dal contratto, ai sensi dell’art. 13 bis comma 1) lett. f) del
D.P.R. n. 917/86, danno diritto annualmente ad una detrazione dall’Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche (IRPEF) dichiarato dall’Aderente/Assicurato alle condizioni e nei limiti fissati dalla legge.
Alla data di redazione della presente nota è facoltà dell’Aderente/Assicurato detrarre dalla suddetta imposta un importo pari al 19% dei premi versati per le assicurazioni di cui sopra sino ad euro 1.291,14, indipendentemente dalla durata del contratto, dal reddito dichiarato o da
eventuali prestiti richiesti dall’Aderente/Assicurato.
Per i percettori di redditi di lavoro dipendente e assimilato, si tiene conto, ai fini del predetto limite, anche dei premi di assicurazione in relazione ai quali il datore di lavoro ha effettuato la detrazione in sede di ritenuta.
2. Tassazione delle somme assicurate – Le somme erogate dalla
Compagnia al verificarsi del decesso o dell’Invalidità Totale Permanente dell’Aderente/Assicurato sono esenti da IRPEF (art. 34
del D.P.R. n. 601/73) e dall’imposta sostitutiva del 12,50% sulla
differenza fra la somma dovuta e l’ammontare del premio pagato.
DEFINIZIONI – GLOSSARIO
Assicurato: la persona fisica che, avendo stipulato il Prestito
BancoPosta, ha i requisiti di assicurabilità di cui al punto 1, ha
sottoscritto la Dichiarazione di Adesione e ha pagato il premio.
Assicuratore/Società: a seconda delle garanzie assicurative
prestate:
• per la garanzia Decesso: EurizonVita S.p.A. (sede legale e direzione generale: Corso Cairoli, 1 – 10123 Torino – Italia; uffici
amministrativi: Via Hoepli, 10 – 20121 Milano – Italia e Via E.
Quirino Visconti, 80 – 00193 Roma – Italia)
• per le altre garanzie: EurizonTutela (sede legale: Corso Cairoli, 1
– 10123 Torino – Italia)
Beneficiari: i soggetti designati dall’Assicurato nella Dichiarazione di Adesione e a favore dei quali la Società che fornisce la specifica copertura riconoscerà il pagamento dell’indennizzo.
Carenza: periodo di tempo immediatamente successivo alla
Data di Decorrenza durante il quale la copertura assicurativa non
è operante.
Contraente: Poste Italiane S.p.A (Viale Europa, 190 – 00144
Roma).
Copertura assicurativa: la garanzia assicurativa prestata agli
Assicurati dalle Società in forza della quale le Società stesse sono
obbligate al pagamento degli indennizzi previsti in polizza in relazione al verificarsi degli eventi Decesso, Invalidità Totale Permanente, Inabilità Temporanea Totale al Lavoro, Malattia Grave,
Perdita d ’Impiego.
Data di Decorrenza: le ore 24 della data di erogazione del
finanziamento che coincide con l’inizio dell’assicurazione.vento chirurgico per correggere il restringimento (stenosi) o l’occlusione di una o più coronarie con innesti di bypass, condotto
su soggetti con sintomi anginosi limitati, ma escluse le tecniche
non chirurgiche quali l’angioplastica con catetere a palloncino o
la risoluzione di un’ostruzione mediante tecniche laser.
• insufficienza renale: malattia renale terminale, dovuta a qualsiasi causa o cause, con l’assicurato sottoposto a dialisi peritoneale o emodialisi regolare o già sottoposto a trapianto
renale.
• trapianto di organi principali: l’effettivo sottoporsi come ricevente ad un trapianto di cuore, polmoni, fegato, pancreas,
rene o midollo osseo.
Non Lavoratore: la persona che al momento del sinistro non sia
né Lavoratore Autonomo né Lavoratore Dipendente.
Pacchetto Assicurativo: l’insieme delle Coperture di cui alle
polizze collettive n. 610.000.000 di EurizonVita S.p.A. (per la
garanzia Decesso) e n. 0013 di EurizonTutela (per le garanzie
Invalidità Totale e Permanente, Inabilità Totale Temporanea,
Malattia Grave, Perdita d’Impiego); il testo integrale delle polizze,
messo a disposizione della clientela di Poste Italiane S.p.A. presso gli Uffici Postali abilitati alla vendita del Prestito BancoPosta.
Parti: Contraente, Assicurato, Assicuratore.
Perdita d’Impiego/Disoccupazione: lo stato dell’Assicurato, il
quale sia Lavoratore Dipendente, qualora egli, a seguito di licenziamento per giustificato motivo oggettivo:
• abbia cessato la sua Normale Attività Lavorativa e non sia
impegnato nello svolgimento di qualsiasi altra occupazione di
durata uguale o superiore alle 16 ore settimanali che generi
un reddito o un guadagno;
• e sia iscritto negli appositi Elenchi Anagrafici in Italia, o percepisca un’indennità derivante da trattamento di Mobilità o di
Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria;
• e non rifiuti irragionevolmente eventuali offerte di lavoro.
Il rischio assicurato è il licenziamento per “giustificato motivo
oggettivo ” o “messa in Mobilità” o “messa in Cassa Integrazione
Guadagni Straordinaria”.
Premio: importo che viene versato da ciascun Assicurato alle
Compagnie in relazione alle coperture prestate con le presenti
polizze.
Sinistro: evento dannoso per cui è prestata l’assicurazione.
CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE
POLIZZE COLLETTIVE PRESTITO BANCOPOSTA
derivanti da apposite convenzioni stipulate da Poste Italiane
S.p.A. distributrice di Prestito BancoPosta con EurizonVita
S.p.A ed EurizonTutela S.p.A.
Ove il Cliente abbia scelto di aderire al Pacchetto Assicurativo
nascente dall’insieme inscindibile delle polizze sottoscritte da
Poste Italiane S.p.A., a seconda dei rischi coperti, rispettivamente con EurizonVita S.p.A. e con EurizonTutela S.p.A., il Contratto è regolato dalle seguenti ulteriori pattuizioni.
1. PERSONE ASSICURABILI
Sono assicurabili le persone fisiche, di età compresa tra i 18 ed i 68
anni non compiuti, in buono stato di salute ovvero non affette da patologie che necessitino di trattamento medico continuato e non soggette
(nel caso di Lavoratore Dipendente) ad una procedura di licenziamento, Mobilità o Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria,
che – in qualità di richiedenti – abbiano ottenuto il Prestito BancoPosta ed abbiano espressamente aderito al Pacchetto Assicurativo
sottoscrivendo la relativa Dichiarazione di Adesione e accettando di
corrispondere il premio dovuto nei termini ivi indicati e, in particolare,
che all’atto della sottoscrizione di tale dichiarazione, dichiarano di
essere in buono stato di salute cioè di non essere affette da patologie che necessitano di trattamento medico continuato.
L’assunzione del rischio viene effettuata sulla base delle dichiarazioni rese dall’Assicurato alle Compagnie e riportate nella suddetta “Dichiarazione di adesione”. Dal momento che le informazioni fornite con tali dichiarazioni sono il presupposto per la corretta assunzione del rischio, risulta di fondamentale importanza
9
che le dichiarazioni stesse siano complete e veritiere.
La Compagnia può rifiutare il pagamento della prestazione assicurata qualora venga a conoscenza dell’inesattezza o della reticenza delle dichiarazioni dopo il verificarsi del sinistro. L’inesatta
indicazione dell’età dell’Assicurato comporta in ogni caso la rettifica, in base all’età reale, della prestazione assicurata.
2. BENEFICIARI
Beneficiari delle Coperture di cui al Pacchetto Assicurativo, designati in via irrevocabile, sono:
• per le garanzie Decesso, Invalidità Totale Permanente,
Malattia Grave: l’Ente che eroga il Prestito BancoPosta fino
alla concorrenza del debito residuo e, per l’eventuale eccedenza, l’Assicurato stesso o gli eredi testamentari o, in mancanza, gli eredi legittimi dell’Assicurato;
• per le garanzie Inabilità Temporanea Totale e Perdita d’impiego: l’Assicurato stesso.
3. GARANZIE
Tutti gli Assicurati sono coperti contro il rischio di Decesso e
quello di Invalidità Totale Permanente di grado non inferiore al
60%. Inoltre, a seconda dello stato lavorativo dell’Assicurato al
momento del Sinistro, è prevista una garanzia differenziata. In
particolare, i rischi coperti sono: Inabilità Temporanea Totale al
Lavoro per i Lavoratori Autonomi; Perdita d’impiego per i Lavoratori Dipendenti; Malattia Grave per i Non Lavoratori.
Qualora, durante la validità della Copertura, l’Assicurato modifichi la propria condizione occupazionale, la Copertura che potrà
essere fatta valere nei confronti della Società sarà sempre quella corrispondente alla condizione occupazionale al momento del
Sinistro.
Pertanto:
• l’Assicurato che sia Lavoratore Autonomo o Non Lavoratore
e, durante la validità della Copertura, diventi Lavoratore
Dipendente, ha diritto alla Copertura per Perdita
d’Impiego/Disoccupazione. Tale Copertura opererà a condizione che il licenziamento sia avvenuto dopo che l’Assicurato abbia superato il periodo di prova e siano trascorsi 180
giorni consecutivi dal momento in cui egli è diventato Lavoratore Dipendente;
• l’Assicurato che sia Lavoratore Dipendente o Non Lavoratore
e, durante la validità della Copertura, diventi Lavoratore
Autonomo, ha diritto alla Copertura per Inabilità Temporanea
Totale al Lavoro;
• l’Assicurato che sia Lavoratore Dipendente o Lavoratore
Autonomo e, durante la validità della Copertura, diventi Non
Lavoratore, ha diritto alla Copertura per Malattia Grave. Tale
Copertura opererà a condizione che la Malattia Grave sia
insorta dopo almeno 60 giorni consecutivi dal momento in cui
l’Assicurato è divenuto Non Lavoratore.
4. DECORRENZA E CESSAZIONE DELLE GARANZIE
Per ciascun Assicurato le garanzie decorrono dalle ore 24 del
giorno in cui l’operazione di Prestito BancoPosta è stata perfezionata (erogazione), purchè il premio sia stato regolarmente
versato.
Le garanzie hanno termine alla data di scadenza dell’ultima rata
prevista dal piano di rimborso e comunque, al più tardi, alla fine
del mese di compimento del 72esimo anno d ’età. Le garanzie
Inabilità Temporanea Totale al Lavoro e Perdita di Impiego terminano inoltre alla data di pensionamento dell’Assicurato.
Tutte le garanzie cessano comunque in caso di sinistro liquidato per Decesso, Invalidità Totale Permanente o Malattia Grave.
In caso di estinzione anticipata del Prestito BancoPosta le
Coperture rimarranno in vigore secondo il piano di rimborso originariamente sottoscritto dall’Assicurato.
5. PRESTAZIONI
Prestazione in caso di Decesso (qualunque ne sia la causa)
L’Assicuratore liquida a chi sia Beneficiario un capitale pari al
debito residuo in linea capitale, risultante al momento del Decesso, esclusi eventuali importi di rate insolute. In caso di decesso
dell’Assicurato successivo all’estinzione anticipata parziale o
totale del contratto di finanziamento, sarà liquidata ai Beneficiarifortunio o la Malattia avesse colpito una persona fisicamente integra e sana. In caso di perdita anatomica o riduzione funzionale di
un organo o di un arto o di un apparato già menomati, nella valutazione del grado di invalidità permanente si terrà conto del grado
di invalidità preesistente, diminuendo proporzionalmente il valore
dell’organo o dell’arto o dell’apparato.
La prestazione massima garantita dall’Assicuratore è pari a:
• per le garanzie “Decesso”, “Invalidità Totale e Permanente”
e “Malattia Grave”: € 30.000,00 per l’insieme delle operazioni di finanziamento assistite dalla presente copertura, che
l’Assicurato avesse in corso con la Contraente;
• per le garanzie “Inabilità Temporanea Totale al Lavoro” e
“Perdita d’Impiego”, l’indennità mensile massima garantita è
pari a € 2.000,00 per l’insieme delle operazioni di finanziamento assistite dalla presente Polizza, che l’Assicurato avesse in corso con la Contraente.
6. ESCLUSIONI
Le Coperture relative ai rischi assicurati (Decesso – ITP – ITT –
Pdl – MGrv) non sono operanti nei seguenti casi:
• dolo dell’Assicurato;
• il suicidio, se avviene nei primi due anni dalla Data di Decorrenza; tentato suicidio; sinistri provocati volontariamente dall’Assicurato; sinistri conseguenti all’uso di stupefacenti, allucinogeni o psicofarmaci o medicine in dosi non prescritte dal
medico o stato di alcolismo acuto o cronico;
• invalidità, malformazioni, stati patologici, lesioni dell’Assicurato, nonché conseguenze dirette o indirette da essi derivanti, preesistenti e noti all’Assicurato prima della Data di Decorrenza delle Coperture;
• partecipazione attiva dell’Assicurato a delitti dolosi, sommosse, tumulti popolari; guerra (anche non dichiarata) o insurrezioni; contaminazione biologica e/o chimica connessa, direttamente o indirettamente, ad atti terroristici;
• incidenti di volo se l’Assicurato viaggia a bordo di deltaplani
o ultraleggeri o di aeromobili non autorizzati al volo o con
pilota privo di brevetto idoneo e in ogni caso: se viaggia in
qualità di membro dell’equipaggio; se pratica paracadutismo
o sport aerei in genere;
• infezione da virus HIV, sindrome da immunodeficienza
acquisita (AIDS) o di altra patologia ad essa collegata;
Relativamente alle Coperture prestate da EurizonTutela ( ITP –
ITT – Pdl – MGrv) la Copertura non vale per i sinistri derivanti da:
• trasformazioni o assestamenti energetici dell’atomo, naturali o
provocati, da accelerazioni di particelle atomiche (fissione, fusione nucleare, isotopi radioattivi, macchine acceleratrici e simili);
• partecipazione dell’Assicurato, alla guida o anche come passeggero di veicoli o natanti a motore, in competizioni agonistiche e nelle relative prove;
• ubriachezza, abuso di psicofarmaci, uso di stupefacenti o
allucinogeni, a meno che l’uso di stupefacenti, psicofarmaci
o allucinogeni sia stato prescritto a scopo terapeutico e sempre che la prescrizione non sia collegabile a stati di dipendenza dell’Assicurato;
• operazioni chirurgiche, accertamenti, cure mediche o trattamenti estetici non resi necessari da Infortunio o Malattia dell’Assicurato;
• sindromi organiche cerebrali, schizofrenia, forme maniacodepressive o stati paranoidi; stati depressivi;
• atti volontari di autolesionismo dell’Assicurato o quando questi si trovi in stato di incapacità di intendere o di volere da
esso procurato.
Relativamente alla sola Copertura per Inabilità Temporanea
Totale, la garanzia non vale per:
• i casi di parto, gravidanza, aborto (spontaneo o procurato) o
complicazioni derivanti da detti eventi;
• guida di qualsiasi veicolo o natante a motore, se l’Assicurato
è privo della prescritta abilitazione;
• pratica da parte dell’Assicurato di pugilato, atletica pesante, lotta
nelle sue varie forme, scalata di roccia o ghiaccio oltre il 3° grado
della scala di Monaco, speleologia, salto dal trampolino con sci o
idrosci, sci acrobatico, bob, rugby, football americano, immersione con autorespiratore, attività di trapezista e stuntman;
• partecipazione dell’Assicurato in competizioni o relative pro-
10
una somma pari alla prestazione assicurata secondo il piano di
rimborso definito in fase di sottoscrizione del finanziamento.
Si precisa che se il decesso è conseguente a un sinistro per
invalidità totale permanente da infortunio o malattia in relazione
al quale l’Assicurato ha già ricevuto l’indennizzo in virtù delle
coperture sotto indicate, non sarà corrisposta la prestazione prevista in caso di decesso.
Prestazione in caso di Invalidità Totale Permanente di grado
non inferiore al 60% (infortunio o malattia)
L’Assicuratore, dopo aver medicalmente constatato lo stato e il
grado di Invalidità Totale Permanente, liquida a chi sia Beneficiario un capitale pari al debito residuo in linea capitale risultante al
momento del Sinistro, al netto di eventuali altri indennizzi già corrisposti per lo stesso Sinistro in virtù delle altre garanzie di polizza,
esclusi eventuali importi di rate insolute. La garanzia è soggetta
ad un periodo di Carenza pari a 60 giorni per i Sinistri conseguenti a Malattia. Pertanto qualora la Malattia insorga entro tale periodo di Carenza l’Assicurato non ha diritto ad alcun indennizzo.
Qualora successivamente alla denuncia del sinistro si sia verificato il decesso, l’Assicuratore provvederà al pagamento del
debito residuo se e in quanto sia già stata inviata la relazione del
medico legale, redatta mentre l’Assicurato era in vita e sia possibile, tenuto conto della patologia, accertare il grado di invalidità
totale permanente, ovvero l’Assicuratore abbia già espresso
un’offerta per la liquidazione del debito residuo.
In caso di impossibilità di accertamento del grado di invalidità
totale permanente, il debito residuo verrà corrisposto da EurizonVita nell’ambito della garanzia prestata per il caso decesso.
Prestazione in caso di Malattia Grave (MGrv) (per i Non
Lavoratori)
L’Assicuratore liquida a chi sia Beneficiario un capitale pari al
debito residuo in linea capitale, risultante alla data di prima diagnosi della malattia grave, esclusi eventuali importi di rate insolute.
La garanzia è soggetta ad un periodo di Carenza pari a 60 giorni. Pertanto qualora la Malattia Grave insorga entro tale periodo
di Carenza, l’Assicurato non ha diritto ad alcun indennizzo.
Prestazione in caso di Inabilità Temporanea Totale al Lavoro (ITT) (per i Lavoratori Autonomi)
Dopo un periodo di inabilità lavorativa protrattasi ininterrottamente per oltre 60 giorni, l’Assicuratore corrisponde a chi sia Beneficiario un’indennità pari alle rate mensili di rimborso in scadenza
durante il restante periodo di inabilità, definite dal piano di rimborso in vigore alla data del Sinistro con un massimo di 12 rate per
Sinistro.
In caso di più Sinistri, l’Assicuratore non corrisponderà più di 24
rate mensili di rimborso per l’intera durata della Copertura. La
garanzia è soggetta ad un periodo di Carenza pari a 60 giorni per
i Sinistri conseguenti a Malattia. Pertanto qualora il Sinistro da
Malattia avvenga entro tale periodo di Carenza l’Assicurato non
ha diritto ad alcun indennizzo.
Prestazione in caso di Perdita d’Impiego per giustificato
motivo oggettivo (Pdl) (per Lavoratori Dipendenti)
Dopo un periodo di inattività lavorativa protrattasi ininterrottamente per oltre 60 giorni, l’Assicuratore corrisponde a chi sia
Beneficiario un’indennità pari alle rate mensili di rimborso in scadenza durante il restante periodo di Perdita d’Impiego/Disoccupazione, definite dal piano di rimborso in vigore alla data del Sinistro,
con un massimo di 12 rate per Sinistro. In caso di più Sinistri,
l’Assicuratore non corrisponderà più di 24 rate mensili di rimborso per l’intera durata della Copertura. La garanzia è soggetta ad
un periodo di Carenza pari a 60 giorni. Pertanto qualora il licenziamento avvenga entro tale periodo di Carenza l’Assicurato non
ha diritto ad alcun indennizzo.
Criteri di indennizzabilità
La Società corrisponde l’indennizzo per le conseguenze dirette ed
esclusive dell’Infortunio o della Malattia. Se al momento del Sinistro l’Assicurato è affetto da patologie o menomazioni preesistenti, di qualsiasi origine e tipologia, sono indennizzabili soltanto le
conseguenze che si sarebbero comunque verificate qualora l’In-ve ippiche, calcistiche, ciclistiche, salvo che esse abbiano
carattere ricreativo.
Inoltre, la Copertura relativa al rischio di Perdita d ’impiego non
è operante nei seguenti casi:
a) licenziamenti dovuti a “giusta causa”;
b)  dimissioni;
c) licenziamenti dovuti a motivi disciplinari o professionali;
d) licenziamenti tra congiunti, ascendenti e discendenti;
e) cessazioni, alla loro scadenza, di contratti di lavoro a tempo determinato e contratti formazione lavoro;
f) contratti stagionali, i contratti di lavoro interinale ed i contratti stipulati all’estero a meno che il rapporto di lavoro sia
regolato dalla Legge Italiana;
g) risoluzione del rapporto di lavoro a seguito del raggiungimento dell’età richiesta per il diritto a “pensione di vecchiaia”;
h) risoluzioni del rapporto di lavoro, anche consensuali, avvenute a seguito di processi di riorganizzazione aziendale in
base ai quali sono previsti trattamenti accompagnatori alla
quiescenza;
i) le situazioni di Perdita d’Impiego/Disoccupazione che diano luogo all’indennizzo da parte della Cassa integrazione
guadagni ordinaria, edilizia;
j) l’Assicurato non ha svolto attività lavorativa come
dipendente nei 6 mesi precedenti la data di Perdita
d’Impiego/Disoccupazione.
7. PREMIO
Il premio è unico e viene indicato nel modulo di richiesta del
Prestito BancoPosta in caso di adesione alla copertura assicurativa facoltativa.
Detto premio è calcolato in percentuale dell’importo nominale
del Prestito BancoPosta ed è corrisposto in via anticipata
mediante trattenuta sull’importo finanziato.
Il pagamento del premio assicurativo accettato dal richiedente
mediante sottoscrizione del relativo campo del Modulo di
richiesta Prestito Banco Posta attiverà la copertura assicurativa dell’importo finanziato.
Sui premi pagati nell’anno una parte del premio totale (connessa alle prestazioni “Decesso” e “Invalidità Totale Permanente”)
può essere portata in detrazione d’imposta ai fini IRPEF nella
misura del 19% stabilito dalla Legge e con le modalità previste
dalla stessa. Si raccomanda comunque di verificare al momento delle denuncia dei redditi le norme fiscali in vigore.
La suddetta detrazione è pari al 37,10% del premio lordo (riportato alla voce “Premio assicurativo” contenuta nella sezione
“Condizioni di finanziamento” del “Modulo di richiesta Prestito
BancoPosta”) per i finanziamenti di durata fino a 60 mesi e al
44,80% del premio lordo per quelli di durata tra 61 e 84 mesi.
Le imposte e le tasse relative o discendenti dal contratto di
assicurazione sono a carico dell’Assicurato.
8. RECESSO
L’Assicurato può recedere dalle coperture assicurative di cui al
Pacchetto Assicurativo entro 30 giorni dalla Data di Decorrenza,
dandone comunicazione – a mezzo di lettera raccomandata con
ricevuta di ritorno – a:
Poste Italiane S.p.A.
c/o Cardif Gestione Linea Persone
Largo Toscanini, 1 – 20122 Milano
Il recesso in tal modo esercitato determina la cessazione delle
coperture assicurative dalle ore 24.00 del giorno di spedizione
della raccomandata e la restituzione al cliente del premio versato al netto delle imposte di legge.
9. GESTIONE DEI SINISTRI
Gli Assicuratori dichiarano di aver affidato la gestione dei sinistri
a Cardif – Largo Toscanini, 1 – 20122 Milano.
I Sinistri devono essere denunciati tempestivamente per iscritto
a mezzo di lettera raccomandata con ricevuta di ritorno a:
Poste Italiane S.p.A.
c/o Cardif Gestione Linea Persone
Largo Toscanini, 1 – 20122 Milano
11
L’eventuale pregiudizio per l’Assicuratore derivante da ritardi ingiustificati nella denuncia del Sinistro comporterà riduzioni di indennizzo.
La denuncia dovrà essere corredata con la documentazione del
caso, che sarà di volta in volta richiesta dal Gestore. L’Assicurato può chiedere informazioni relative alla denuncia del Sinistro
telefonando al Numero Verde 800-021678.
INFORMATIVA AI SENSI DELL’ARTICOLO 13 DEL D.LGS.
30 GIUGNO 2003 N. 196
Ai sensi del D.Lgs. n.196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito “Codice”) e successive modifiche ed integrazioni
• EurizonVita S.p.A. ed EurizonTutela S.p.A. con sede legale in Torino Corso Cairoli n.1, entrambe soggette all’attività di direzione e coordinamento di Eurizon Financial Group
S.p.A. (di seguito la “Compagnia”)
• Cardif Assicurazioni S.p.A. e Cardif Assurances Risques
Divers S.A. – Rappresentanza Generale per l’Italia con
sede legale in Milano, Largo Toscanini, 1
• Poste Italiane S.p.A. – Divisione Servizi di Bancoposta,
appartenente al Gruppo Poste Italiane, con sede legale in
Viale Europa n.175, 00144 Roma (di seguito l’”Intermediario”)
(di seguito indicate congiuntamente come le “Società”), in qualità di “Titolari” autonomi del trattamento, forniscono le seguenti  informazioni in merito all’utilizzo dei dati personali.
Art. 1 – FONTE DEI DATI PERSONALI
I dati personali della clientela in possesso delle Società sono
raccolti, anche tramite le reti di vendita dell’Intermediario, in
occasione della stipula del contratto ed in corso del rapporto
contrattuale e vengono trattati, oltre che nel rispetto del Codice, secondo i canoni di riservatezza, connaturati allo svolgimento dell’attività assicurativa, ai quali le Società si attengono
costantemente.
Art. 2 – FINALITÀ DEL TRATTAMENTO CUI SONO DESTINATI I DATI
I dati personali sono trattati, nell’ambito delle normali attività delle Società legate ai servizi forniti, secondo le seguenti finalità:
a) finalità strettamente connesse e strumentali all’esecuzione
del contratto e alla gestione dei rapporti con la clientela,
anche attraverso la comunicazione a terzi (es.: acquisizione di informazioni preliminari alla conclusione di un contratto, esecuzione di operazioni sulla base degli obblighi
derivanti da contratti conclusi con la clientela, liquidazione
dei sinistri attinenti esclusivamente all’esercizio dell’attività
assicurativa e riassicurativa, a cui le Società sono autorizzate ai sensi delle vigenti disposizioni di legge etc.);
b) finalità derivanti da obblighi di legge, da regolamenti, dalla
normativa comunitaria, da disposizioni impartite da Autorità
(ad esempio, in materia di “antiriciclaggio”, adeguamento a
Circolari emanate dall’Isvap in relazione allo svolgimento
dell’attività assicurativa e di intermediazione).
Le Società non necessitano del consenso per il trattamento
dei dati personali  in quanto tali dati sono necessari per l’esecuzione degli obblighi contrattuali e/o adempimenti pre-contrattuali. Senza tali dati le Società non potrebbero fornirle i servizi richiesti, in tutto o in parte.
Inoltre il consenso non è necessario per il trattamento di alcuni dati personali che devono essere raccolti dalle Società per
obbligo di legge o di regolamento (ad es., la normativa contro
il fenomeno del riciclaggio ai sensi della Legge 197/1991).
Con riferimento ai dati “sensibili”, che ricomprendono, tra l’altro, i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute, la legge
richiede il consenso scritto dell’interessato. Il mancato consenso al trattamento dei dati sensibili per finalità di cui alle lettere
a) e b) del presente articolo, comporta l’impossibilità di formalizzare il rapporto contrattuale.
Art. 3 – MODALITÀ DI TRATTAMENTO DEI DATI
In relazione alle indicate finalità, il trattamento dei dati perso-nali avviene mediante strumenti manuali, informatici e telematici con logiche strettamente correlate alle finalità di cui sopra
e, comunque, in modo da garantire la sicurezza, la riservatezza e la conservazione dei dati stessi in ottemperanza a quanto specificatamente previsto dal Codice.
Art. 4 – CATEGORIE DI SOGGETTI AI QUALI I DATI POSSONO ESSERE COMUNICATI
Per il perseguimento delle finalità di cui sopra, le Società
necessitano di comunicare i dati personali della clientela a
soggetti terzi, anche esteri e/o appartenenti ai rispettivi gruppi
societari, di seguito indicati in via esemplificativa: soggetti che
svolgono servizi societari, finanziari ed assicurativi quali assicuratori, coassicuratori e riassicuratori; agenti, mediatori di
assicurazione ed altri canali di acquisizione di contratti di assicurazione (ad esempio, Banche o SIM), ivi comprese le società di servizi a cui siano affidati la gestione, la liquidazione ed il
pagamento dei sinistri; periti che svolgono attività di assistenza alle Società; soggetti che forniscono servizi per la gestione
del sistema informativo delle Società e delle reti di telecomunicazioni (ivi compresa la posta elettronica); società di servizi
per l’acquisizione, la registrazione ed il trattamento di dati provenienti da documenti o supporti forniti ed originati dagli stessi clienti ed aventi ad oggetto lavorazioni massive relative a
pagamenti, effetti, assegni ed altri titoli; soggetti che svolgono
attività di trasmissione, imbustamento, trasporto e smistamento delle comunicazioni con la clientela; soggetti che svolgono
attività di archiviazione della documentazione relativa ai rapporti intrattenuti con la clientela; soggetti che svolgono attività
di assistenza alla clientela (es. call center, help desk etc.); studi o società nell’ambito di rapporti di assistenza e consulenza;
soggetti che svolgono adempimenti di controllo, revisione e
certificazione delle attività poste in essere dalle Società anche
nell’interesse della clientela.
I soggetti appartenenti alle categorie suddette svolgono la
funzione di Responsabile del trattamento dei dati.
Il relativo elenco, costantemente aggiornato, potrà essere
richiesto rivolgendosi per iscritto presso gli uffici o le persone indicate al successivo art. 6.
All’interno delle Società e dei rispettivi gruppi di appartenenza,
possono venire a conoscenza dei dati personali solo i dipendenti ed i collaboratori anche esterni, incaricati del loro trattamento, appartenenti a servizi ed uffici centrali e della rete di
vendita (uffici postali, agenzie, filiali, promotori e consulenti di
fiducia) nonché a strutture che svolgono per conto delle Società compiti tecnici, di supporto (in particolare servizi legali,
informatici, spedizioni) e di controllo aziendale.
Art. 5 – DIRITTI DELL’INTERESSATO PREVISTI DALL’ART.
7 DEL CODICE
Ai sensi dell’art. 7 del Codice l’interessato ha diritto di ottenere da ciascun Titolare del trattamento: la conferma circa l’esistenza o meno di dati che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro messa a disposizione in forma intelligibile; il diritto di conoscere l’origine dei dati nonché le finalità,
modalità e logica su cui si basa il trattamento; l’indicazione
degli estremi identificativi del Titolare e dei Responsabili designati ai sensi dell’art. 5, comma 2, del Codice, nonché dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali tali dati possono
essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in
qualità di responsabili o incaricati del trattamento; la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati
trattati in violazione di legge, nonché l’aggiornamento, la rettifica o l’integrazione dei dati.
Infine l’interessato ha diritto di opporsi, per motivi legittimi, al
trattamento dei dati che lo riguardano.
Art. 6 – INFORMAZIONI ED ESERCIZIO DEI DIRITTI
Per ottenere ulteriori informazioni e per l’esercizio dei diritti di
cui all’art. 7 del Codice, il cliente può rivolgersi per iscritto a:
1. EurizonVita S.p.A., in persona del Responsabile Gestione
Prodotti Vita, pro-tempore, nella sua qualità di Responsabile dei trattamenti effettuati dalla Società e domiciliato per
le funzioni presso la sede legale di Corso Cairoli n.1,
10123 Torino;
2. EurizonTutela S.p.A., in persona del Responsabile della
funzione Sviluppo Prodotti e Assunzione, nella sua qualità
di Responsabile dei trattamenti effettuati dalla Società e
domiciliato per le funzioni presso la sede legale di Corso
Cairoli n.1, 10123 Torino;
3. Cardif Assicurazioni S.p.A., in persona del con-Direttore
Generale, pro-tempore, nella sua qualità di Responsabile
del trattamento dati di clienti e marketing, domiciliato per la
funzione presso la sede di Largo Toscanini n.1, 20122
Milano;
4. Cardif Assurances Risques Divers S.A.- Rappresentanza
Generale per l’Italia, in persona del Rappresentante Generale per l’Italia, pro-tempore, nella sua qualità di Responsabile del trattamento dati di clienti e marketing, domiciliato per la funzione presso la sede di Largo Toscanini n.1,
20122 Milano;
5. Poste Italiane S.p.A., Direzione Operazioni della Business
Unit Bancoposta, presso la sede leg

Source

Richiedi informazioni e/o consulenza gratuita

Finanziamenti - Agevolazioni - personali e aziendali

Tutela patrimoniale e assistenza giudiziale per i sovraindebitati "prestito fondo antiusura"

Operativi su tutto territorio Italiano

 

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto   dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana.   Per richiedere la rimozione degli articoli clicca qui.    

Al termine di ciascun articolo puoi individuare la provenienza

---------------------

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: