recupero in 5 passi INDEBITI BANCARI

User Review

4.65 (17 votes)

COME OTTENERE IL GIUSTO RIMBORSO ALL’ESTINZIONE ANTICIPATA O RINNOVO.

LE COMMISSIONI, SPESE ED ASSICURAZIONI CHE DEVONO ESSERE RIMBORSATE AL CLIENTE, I TEMPI E GLI STRUMENTI DI RECUPERO

I finanziamenti con cessione del quinto o delega sono molto diffusi tra i dipendenti pubblici, i dipendenti di aziende private ed i pensionati. In molti casi questi prestiti vengono rinnovati o estinti prima della scadenza naturale per esigenze di nuova liquidità. In questo caso spetta un rimborso per le commissioni, spese, oneri vari e premi assicurativi versati in anticipo e non ancora maturati.
Vediamo di seguito come ottenere il giusto rimborso su cessione del quinto estinta in anticipo o rinnovata da non oltre 10 anni

L’argomento continua ad essere attuale poichè nonostante le indicazioni di Banca d’Italia del 2009 e 2011, a marzo 2018, il Dipartimento di Vigilanza – Servizio tutela dei clienti è nuovamente intervenuto: nel documento si legge che permangono “comportamenti impropri rilevati tra gli operatori del comparto“.

  1. I costi della cessione del quinto e delegazione di pagamento
  2. Quali commissioni sono oggetto di rimborso all’estinzione anticipata o rinnovo della cessione del quinto
  3. I tempi entro cui chiedere il rimborso
  4. Gli strumenti per chiedere e ottenere il rimborso sulla cessione del quinto
  5. Alcuni nostri risultati

1. I costi della cessione del quinto e delegazione di pagamento

Nei contratti di finanziamento rimborsabili mediante cessione del quinto dello stipendio o pensione oppure con delegazione di pagamento troviamo accanto al tasso nominale (TAN) applicato al contratto ed i relativi interessi, una serie di altri costi interamente trattenuti in una unica soluzione all’atto dell’erogazione del prestito.

Oltre alle commissioni che (ben) remunerano l’attività svolta dalla banca, dall’intermediario, da eventuali agenti o mediatori, troviamo anche i premi delle polizze assicurative a copertura del rischio di credito (la polizza è sempre a favore della Banca) in caso di premorienza o perdita dell’impiego.

La stipula della polizza assicurativa è un obbligo di legge con costo, in molti casi, a carico del Cliente. Qui è bene evidenziare che alcune Banche, soprattutto negli ultimi anni, provvedono a stipulare direttamente con le compagnie assicurative le polizze, senza oneri per il Cliente.

Il costo effettivo del finanziamento è individuato dal T.a.e.g. (Tasso annuo effettivo globale) che è il tasso che riassume tutti i costi, le spese, le commissioni, gli interessi e le assicurazioni. Per una verifica del Taeg potete utilizzare il calcolatore presente a questo link Utility_Verifica TAEG on-line

2. Quali commissioni sono oggetto di rimborso

Le spese e le commissioni oggetto di rimborso su cessione del quinto o delega di pagamento sono quelle soggette a maturazione nel tempo, cioè quelle che remunerano attività che si protraggono per tutta la durata del finanziamento. Sono i cosiddetti oneri recurring, tra cui troviamo:

  • le commissioni bancarie
  • commissioni finanziarie,
  • commissioni di attivazione
  • spese di intermediazione,
  • commissioni alla rete distributiva,
  • spese che presentano descrizioni di prestazioni generiche,
  • i premi assicurativi

I contratti stipulati fino al 2012 non contemplano una chiara e trasparente classificazione delle commissioni addebitate pertanto è possibile chiedere ed ottenere un rimborso. In molti casi anche i contratti conclusi nel 2013 e 2014 contengono irregolarità giuridiche che possono portare a ristori per il cliente.

In base alla nostra esperienza, i contratti di cessione del quinto sottoscritti dal 2015 in poi sono stati adeguati alla normativa vigente quindi, all’estinzione anticipata, banche e finanziarie, di norma, rimborsano le commissioni non maturate correttamente.

3. I tempi entro cui chiedere il rimborso

La richiesta delle quote non maturate delle commissioni pagate sulla cessione del quinto può essere fatta per tutti i contratti estinti da non oltre 10 anni.

La prescrizione è infatti di 10 anni e decorre dal momento in cui il contratto è stato estinto o rinnovato in via anticipata.

Facciamo un esempio:

  • contratto di cessione del quinto stipulato il 1° luglio 2004, durata originaria 10 anni
  • estinzione anticipata il 1° marzo 2009

SI, è possibile chiedere il rimborso delle commissioni, poiché alla data dell’articolo, 12/02/2019, non sono ancora trascorsi 10 anni.

4. Gli strumenti per chiedere e ottenere il rimborso

Il percorso più efficace e meno oneroso è quello di natura stragiudiziale. Si predispone l’istanza di Reclamo dettagliata, indicando le ragioni della lamentela, le motivazioni giuridiche su cui si fonda quanto reclamato e la precisa richiesta economica.

Nei successivi 30/60 giorni normalmente la Banca fornisce una risposta. Nel caso in cui la risposta non soddisfi le richieste o nei rari casi in cui la Banca non rispondesse è opportuno proseguire nell’iter presentando il Ricorso all’Arbitro Bancario Finanziario.

La procedura non prevede l’obbligo di assistenza legale ed è previsto un unico contributo di € 20 che sarà restituito al Cliente con la Decisione di accoglimento del Ricorso.

E’ importantissimo fornire nel Ricorso tutte le prove utili (contratto, conteggio estintivo, prova dell’avvenuta estinzione etc.).

I dati statistici pubblicati dall’Arbitro Bancario Finanziario ci dicono che i Ricorsi continuano ad aumentare ed hanno un esito favorevole al Cliente nell’85% dei casi (Ricorsi su rimborso cessione del quinto, 19 Milioni di Euro restituiti ai clienti – ABF relazione 2017)

5. Alcuni nostri risultati

Trovate alcuni dei nostri risultati pubblicati sulla pagina Facebook Indebiti Bancari – Facebook e sulla Rivista RIMBORSO COMMISSIONI CESSIONE DEL QUINTO

CLIENTE OTTIENE UN RIMBORSO DI € 1.313,57

€ 3.816,95 RIMBORSATI AD UN CLIENTE SU UNA CESSIONE DEL QUINTO ESTINTA NEL 2010

La nostra consulenza:

PER UNA CONSULENZA SULL’ARGOMENTO

Richiedi informazioni e/o consulenza gratuita

Finanziamenti - Agevolazioni - personali e aziendali

Tutela patrimoniale e assistenza giudiziale per i sovraindebitati "prestito fondo antiusura"

Operativi su tutto territorio Italiano

 

IWTT- Torino

Studio Sterpone

Mail:

[email protected]

Mob: 339 5914159

DOCUMENTI NECESSARI
– Contratto di cessione del quinto/Delega
– Conteggio estintivo

Nostro compenso a rimborso ottenuto, 25% di quanto riconosciuto dalla Banca

INDEBITI BANCARI

© RIPRODUZIONE VIETATA

Autore: Area Tecnica IWTT

rimborso cessione del quinto Intesa Sanpaolo, Barclays, Agos Ducato, Findomestic, IBL Banca, Prestitalia

Summary

Reviewer

Area Tecnica IWTT-Torino

Review Date

2019-09-05

Reviewed Item

Rimborso cessione del quinto 2019, il recupero in 5 passi

Author Rating

Source

Richiedi informazioni e/o consulenza gratuita

Finanziamenti - Agevolazioni - personali e aziendali

Tutela patrimoniale e assistenza giudiziale per i sovraindebitati "prestito fondo antiusura"

Operativi su tutto territorio Italiano

 

Richiedi informazioni e/o consulenza gratuita

Finanziamenti - Agevolazioni - personali e aziendali

Tutela patrimoniale e assistenza giudiziale per i sovraindebitati "prestito fondo antiusura"

Operativi su tutto territorio Italiano

 

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto   dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana.   Per richiedere la rimozione degli articoli clicca qui.    

Al termine di ciascun articolo puoi individuare la provenienza

---------------------

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: