nuovi chiarimenti dell’Agenzia delle entrate

L’Agenzia delle Entrate, Circolare n. 34/E del 3 agosto 2016, è intervenuta fornendo una importanti chiarimenti ed indicazioni operative circa il credito di imposta per gli investimenti al sud.
E’ la Legge di Stabilità 2016 che ha introdotto alcune misure di agevolazione fiscale per il rilancio economico del Sud, tra cui un bonus investimenti sotto forma di credito d’imposta.
L’ultima manovra ha stanziato 617 milioni di euro l’anno rivolti agli imprenditori che intendono investire nel Mezzogiorno nel quadriennio che va dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2019.

Ecco di seguito tutti i chiarimenti e le indicazioni operative fornite dall’Agenzia delle entrate con la recente circolare in materia di credito di imposta per gli investimenti al sud.

I chiarimenti dell’agenzia delle entrate in materia di credito di imposta per gli investimenti al Sud

L’Agenzia delle Entrate, Circolare n. 34/E del 3 agosto 2016, è intervenuta fornendo una importanti chiarimenti ed indicazioni operative circa il credito di imposta per gli investimenti al sud.

I chiarimenti rilasciati dall’Agenzia delle Entrate riguardano principalmente:

  • i soggetti beneficiari;
  • l’ambito territoriale;
  • gli investimenti agevolabili;
  • la determinazione dell’agevolazione;
  • la valorizzazione degli investimenti ed efficacia temporale dell’agevolazione;
  • la procedura, utilizzo e rilevanza del credito di imposta;
  • il cumulo;
  • la rideterminazione del credito;
  • i controlli.

Entrando nel dettaglio, l’Agenzia ricorda chi sono i soggetti beneficiari del credito di imposta per gli investimenti al sud, ovvero quelle imprese che effettuano l’acquisizione anche tramite contratti di locazione finanziaria dei beni strumentali nuovi.

L’agevolazione non spetta però a tutti quei soggetti che operano nei seguenti settori:

  • industria siderurgica;
  • industria carbonifera;
  • industria della costruzione navale;
  • industria delle fibre sintetiche,;
  • industria dei trasporti e delle relative infrastrutture;
  • industria della produzione e della distribuzione di energia e delle infrastrutture energetiche;
  • settori creditizio, finanziario e assicurativo.

L’agevolazione, altresì, non si applica alle imprese in difficoltà come definite dalla comunicazione della Commissione Europea 2014/C 249/01, del 31 luglio 2014.
Viene sottolineato inoltre l’ambito territoriale, l’acquisizione dei suddetti beni strumentali deve essere destinato a strutture produttive ubicate nelle zone assistite delle regioni:

  • Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia,ammissibili alle deroghe previste dall’articolo 107, paragrafo 3, lettera a), del Trattato sulfunzionamento dell’Unione Europea;
  • Molise, Sardegna e Abruzzo, ammissibili alle deroghe previste dall’articolo 107, paragrafo 3, lettera c), del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea.

I beni oggetto di agevolazione sono, le acquisizioni, effettuate anche tramite contratti di locazione finanziaria, di macchinari, impianti ed attrezzature varie, che fanno parte di un progetto di investimento iniziale ai sensi del Regolamento UE n. 651/2014.

Circa l’efficacia temporale dell’agevolazione l’agenzia delle entrate specifica che l’imputazione degli investimenti al periodo di vigenza dell’agevolazione segue le regole generali di competenza previste dall’articolo 109, commi 1 e 2, del TUIR; le spese di acquisizione dei beni si considerano sostenute, per i beni mobili, alla data della consegna o spedizione, ovvero, se diversa e successiva, alla data in cui si verifica l’effetto traslativo o costitutivo della proprietà o di altro diritto reale.

Altro aspetto importante riguarda la tassazione, il credito di imposta infatti viene considerato rilevante ai fini fiscali. Ciò comporta che tale credito, ai fini IRPEF, IRES ed IRAP, è da considerarsi come contributo tassabile e le quote di ammortamento calcolate sui beni strumentali agevolabili deducibili dal reddito di impresa.

Il credito d’imposta e le altre agevolazioni

E’ la Legge di Stabilità 2016 che ha introdotto il credito d’imposta per gli investimenti effettuati dalle imprese meridionali.

Oltra a questa agevolazione è stato istituito all’interno della Legge di Stabilità 2016 il cosiddetto «pacchetto Sud», ovvero un insieme dei provvedimenti pensati dal Governo Renzi per il rilancio dell’economia meridionale.

Tra le misure maggiormente significative:

  • il credito d’imposta per gli investimenti produttivi;
  • estensione della decontribuzione nel 2017;
  • destinazione di una quota del fondo di garanzia per le PMI almeno pari al 20%.

Ricordiamo che il credito d’imposta verrà concesso alle imprese operanti nel Sud Italia che decideranno di investire in beni strumentali, anche quelli acquistati in leasing, nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2016 ed il 31 dicembre 2019.

Il bonus-credito d’imposta verrà differenziato a seconda delle dimensioni aziendali:

  • 20% per le piccole imprese;
  • 15% per le medie imprese;
  • 10% per le grandi imprese.

La Legge di Stabilità 2016 fissa anche un limite agli importi per gli investimenti agevolabili con il nuovo credito d’imposta ovvero:

  • 1,5 milioni per le piccole imprese;
  • 5 milioni per le medie imprese;
  • 15 milioni per le grandi imprese.

La misura vale complessivamente 617 milioni all’anno fino al 2019 e viene coperta finanziariamente per 250 milioni con il Pon imprese e competitività e per 367 milioni con il Fondo Sviluppo e Coesione.

Source

Richiedi informazioni e/o consulenza gratuita

Finanziamenti - Agevolazioni - personali e aziendali

Tutela patrimoniale e assistenza giudiziale per i sovraindebitati "prestito fondo antiusura"

Operativi su tutto territorio Italiano

 

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto   dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana.   Per richiedere la rimozione degli articoli clicca qui.    

Al termine di ciascun articolo puoi individuare la provenienza

---------------------

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: