Come fare per vendere una casa ricevuta in donazione?

vendere-casa-donataPrima di accingerti a mettere in vendita una casa che ti è pervenuta per donazione, è opportuno che presti particolare attenzione perché la relativa operazione potrebbe non sortire gli effetti desiderati.

Se nel passato abbiamo avuto a che fare con operazioni di compravendita di immobili pervenuti per donazione, probabilmente abbiamo acquisito una certa esperienza in materia e sappiamo a quali seri problemi è, purtroppo, possibile andare incontro.

Diversamente, se questa rappresenta per te la prima esperienza in materia e non hai mai sentito parlare dei problemi che possono investire le compravendite di immobili pervenuti per donazione, il presente articolo potrà esserti davvero utile, in quanto in grado di fornirti consigli in modo semplice e pratico, aiutandoti a muoverti in maniera opportuna in un settore così delicato.

Partiamo dalla conoscenza delle legge …

Bisogna prima di tutto sapere che la legge italiana, nel caso in cui una persona venga a mancare, tutela tutte le categorie degli eredi (legittimari), ai quali va garantita una quota di eredità a prescindere da ciò che il de cuius ha disposto nel testamento.

I legittimari – ossia questi individui tutelati dalla legge – sono il coniuge, i figli legittimi ed, ad essi equiparati, gli adottivi ed i legittimati, i figli naturali e gli ascendenti legittimi.

Queste persone sono quindi garantite dalla legge con quota ben definita del patrimonio del defunto: quindi, anche nel caso in cui nel testamento sia stato disposto diversamente, tipo sia stata disposta una quota inferiore a quanto spettante, o addirittura siano stati completamente esclusi, ad essi in ogni caso spetta una quota di eredità.

Inoltre, bisogna considerare che la quota spettante calcolata per legge, tiene conto anche di tutte le donazioni che il defunto ha effettuato durante la sua vita.

Chi ha avuto una casa in donazione in precedenza, ad esempio, può aver leso i diritti degli eredi legittimari, potrebbe pertanto subire una riduzione o addirittura la revoca stessa della donazione.

Si comprende dunque quanto sia particolarmente delicato questo argomento: ciò comporta infatti che, la decisione di vendere una casa pervenuta in donazione a noi o ad altri prima di noi, potrebbe metterci in una situazione che implica una richiesta di rimborso della quota di legittima lesa, se non addirittura la restituzione del bene stesso, qualora sia stato ricevuto direttamente da noi a titolo di donazione.

http://www.salvi-immobiliare.it/

Effetti della compravendita di una casa pervenuta in donazione

Vediamo ora quali effetti sortisce tutto ciò nel contratto di compravendita.

Prima di tutto, molti potenziali acquirenti non vogliono imbattersi in compravendite con oggetto case in donazione, sia per evitare problemi, ma anche perché le banche non concedono finanziamenti e mutui per acquisto di case dove ci sia di mezzo la donazione.

Questo perché un’eventuale riduzione o restituzione dell’immobile farebbe venire meno l’oggetto di garanzia del mutuo stesso.

A questo bisogna aggiungere che la donazione può essere considerata un pregiudizio per chi acquista un immobile visto che, in caso di un contratto preliminare di vendita senza dichiarazione che l’immobile è oggetto di donazione, ci potremmo trovare nella situazione di richiesta di risoluzione del preliminare da parte del potenziale acquirente che, se avesse saputo come stavano le cose avrebbe probabilmente optato per l’acquisto un altro appartamento.

Questi sono problemi concreti che spaventano, a ragione, i potenziali acquirenti, facendoci rischiare di non vendere o di dover svendere un appartamento?

Queste ragioni debbono indurci, soprattutto in queste circostanze, ad affidarci a dei seri professionisti che prima di procedere alla vendita valutino tutti gli aspetti e sappiano prevedere tutte le potenziali situazioni di rischio inerenti anche la presenza di un’eventuale donazione.

In alcune circostanze, infatti, la donazione non rappresenta affatto un problema.

Ad esempio NON può essere revocata:

  • se è stata effettuata da più di 20 anni,
  • oppure se chi ha donato l’immobile è venuto a mancare da più di 10 anni. Questa situazione già potrebbe risolvere il problema.

Ad esclusione di questo caso è opportuno, però, effettuare delle indagini sia sul donante che su colui che ha ricevuto la donazione (che potrebbe essere un precedente proprietario).

Sicuramente, bisogna accertare l’eventuale presenza di eredi legittimari che non si conoscono (ad esempio figli non dichiarati, avuti fuori dal matrimonio), verificare che ci sia un consistente capitale sufficiente a coprire le loro eventuali pretese di eredità senza che siano costretti a rifarsi sulla casa ora di nuova proprietà.

Questo, ovviamente, ci consentirebbe di vendere con maggiore tranquillità rassicurando e garantendo i potenziali clienti sul loro acquisto, senza che questi siano tentati ad orientarsi verso un’altra scelta.

Anzi, se questo non dovesse essere sufficiente a tranquillizzare l’acquirente, oppure nel caso che le condizioni precedenti non fossero facilmente riscontrabili, si potrebbe anche pensare di garantire il potenziale acquirente fornendogli una copertura assicurativa a garanzia per l’evizione da parte di eventuali eredi lesi.

>>> L’importanza di affidarsi ad uno Specialista

In ogni caso, questa è una soluzione da valutare attentamente, è preferibile affidarsi a persone specializzate in questo settore, non solo perché questa possibile scelta comporta ovviamente dei costi aggiuntivi, ma anche e soprattutto perché ci siano tutte le reali condizioni affinché sia il venditore che il potenziale acquirente possano realmente sentirsi tranquillizzati.

Insomma, se già non è facile vendere una casa, gestire una donazione è un qualcosa di particolarmente delicato.

Richiedi informazioni e/o consulenza gratuita

Finanziamenti - Agevolazioni - personali e aziendali

Tutela patrimoniale e assistenza giudiziale per i sovraindebitati "prestito fondo antiusura"

Operativi su tutto territorio Italiano

 

Malgrado la nostra prudenza potremmo essere costretti a dover gestire situazioni particolarmente pericolose, o addirittura trovarci nei guai.

Meglio quindi vendere casa con tranquillità senza rischiare concretamente di rimetterci soldi.

Questa certezza ci viene data solo rivolgendoci ad un serio Specialista in questo campo, che sappia risolvere la situazione prima ancora di partire con la vendita, un esperto in grado di effettuare i dovuti accertamenti e, soprattutto, trattandosi di donazione, che sappia rispondere a tutte le perplessità dei potenziali acquirenti, gestendo altresì l’aspetto psicologico di chi si trova ad effettuare l’acquisto di un immobile che sia stato oggetto di donazione.

E’ comprensibile, infatti, come un individuo perplesso possa trovare in uno Specialista nel settore immobiliare uno stimolo in più ad acquistare, trovandosi nelle condizioni di sentirsi più tutelato e protetto.

E’ comprensibile, è quello che accadrebbe esattamente anche noi se ci venissimo a trovare in situazioni analoghe.

Tutto ciò può essere naturalmente garantito solo da un professionista preparatissimo in questo campo, che possa subito sgombrare il campo da tutte quelle problematiche che un acquirente potrebbe sollevare in merito ad una casa in vendita che sia stata oggetto di donazione.

Buona vendita!

Alessio Salvi

PS: Se ti serve un consiglio per vendere o comprare una casa ricevuta in donazione, o semplicemente vuoi condividere la tua esperienza in merito, lasciami un messaggio qui sotto e ti risponderò il prima possibile!

http://www.salvi-immobiliare.it/

Source

L’articolo Come fare per vendere una casa ricevuta in donazione? proviene da Adessonews aggregatore di news: replica gli articoli dalla rete senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione. Puoi richiedere la rimozione o inserimento degli articoli in qualsiasi momento..

Richiedi informazioni e/o consulenza gratuita

Finanziamenti - Agevolazioni - personali e aziendali

Tutela patrimoniale e assistenza giudiziale per i sovraindebitati "prestito fondo antiusura"

Operativi su tutto territorio Italiano

 

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto   dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana.   Per richiedere la rimozione degli articoli clicca qui.    

Al termine di ciascun articolo puoi individuare la provenienza

---------------------

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: