La rete Adessonews è un aggregatore di news è pubblica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana.  Puoi richiedere la rimozione o inserimento degli articoli  in qualsiasi momento clicca qui.  Al termine di ciascun articolo puoi individuare la provenienza.

Cerca: Agevolazioni Finanziamenti Norme e Tributi sulla rete ADESSONEWS

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
#adessonews
Nostri Servizi

Segnalazione centrale rischi: preavviso e risarcimento danno. “Cass. ord. n. n. 207/2019”

Finanziamenti - Agevolazioni - Norme - Tributi Difesa fiscale - Tutela del patrimonio personale Trattative saldo e stralcio e procedure sovraindebitamento Acquistiamo o vendiamo il tuo immobile ed estinguiamo il debito

Operativi su tutto territorio Italiano

 
Vengono detti “cattivi pagatori”, ma il termine è quantomai inappropriato. Spesso si è morosi non per volontà o per colpa ma per sopraggiunti imprevisti (un licenziamento, una malattia improvvisa, un divorzio, ecc.). La banca però non aspetta come invece fanno spesso le pubbliche amministrazioni. Sicché, chi ha contratto un debito con un istituto di credito o una finanziaria e non versa almeno due rate, viene segnalato alla Centrale Rischi della Banca d’Italia. La comunicazione arriva poi anche alle cosiddette Sic, come la Crif, società private che registrano tutta la “storia” di correntisti e mutuatari: dall’apertura di credito ai pagamenti già avvenuti, dalle eventuali morosità all’estinzione definitiva del debito. La conseguenza, alla fine, è che chi è un “cattivo pagatore” subisce un marchio, viene inserito in una black list dalla quale è difficile uscire. La cancellazione – seppur automatica – avviene dopo diverso tempo. Le sanzioni sono poi numerose: non si possono firmare assegni, è vietato utilizzare le carte di credito, vengono negati prestiti e, spesso, quelli in corso sono revocati di punto in bianco. Viste le conseguenze catastrofiche per l’immagine commerciale del debitore, la giurisprudenza ha fissato dei paletti alla segnalazione in Centrale Rischi, stabilendo l’obbligo di preavviso e il risarcimento in caso di omessa comunicazione.

Un’ordinanza della Cassazione, pubblicata proprio negli scorsi giorni, ribadisce alcuni dei principi ormai consolidati nelle aule di tribunale.

È obbligatorio un preventivo avviso?
La banca non può segnalare il proprio cliente alla Centrale Rischi senza prima inviargli una lettera con raccomandata a.r. in cui lo avvisa delle conseguenze che potrebbero derivare in caso di persistente morosità. La segnalazione che avviene senza la preventiva comunicazione è illegittima.

La banca è responsabile se non dimostra di avere comunicato al cliente l’imminente registrazione dell’informazione «negativa» nel sistema informatico gestito dalla Centrale rischi. In tal caso – si legge nell’ordinanza della Cassazione – la banca viola tanto gli obblighi dettati dal Codice Privacy che impongono sempre di trattare in modo lecito e proporzionato i dati personali quanto l’articolo 4 del Codice di deontologia e di buona condotta per i sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tema di crediti al consumo, affidabilità e puntualità dei pagamenti.

 

Finanziamenti - Agevolazioni - Norme - Tributi Difesa fiscale - Tutela del patrimonio personale Trattative saldo e stralcio e procedure sovraindebitamento Acquistiamo o vendiamo il tuo immobile ed estinguiamo il debito

Operativi su tutto territorio Italiano

 

Che fare in caso di illegittima segnalazione?
Da quanto detto sopra, si comprende che la segnalazione alla Centrale Rischi è illegittima se l’istituto di credito agisce in base a un semplice ritardo nel pagamento da parte del cliente oppure sulla scorta del solo fatto che gli estratti conto della controparte presentano un saldo passivo. È altresì illegittima se la banca non invia la segnalazione preventiva.

Non è, invece, necessario – per effettuare la segnalazione – che il cliente sia completamente privo di beni. Infatti, la funzione della CR non è quella di segnalare i soggetti “nullatenenti”, ma quella di “mettere in allarme” in anticipo il sistema creditizio circa l’inopportunità di concedere credito a determinati soggetti e in ordine al rischio che alcuni crediti divengano definitivamente irrecuperabili.

Che può fare il correntista quando la segnalazione alla centrale Rischi è illegittima? Il primo passo è quello di chiedere la cancellazione immediata dalla banca dati, offrendo le prove della propria stabilità economica. Se la banca non adempie si può ricorrere in tribunale affinché sia il giudice a ordinare la cancellazione.

In secondo luogo, dimostrando che tale situazione ha determinato un danno – anche solo alla reputazione commerciale – si può chiedere il risarcimento alla banca troppo frettolosa.

Tuttavia il risarcimento non è automatico. Difatti, spiega la Cassazione, in caso sia accertata l’illegittimità della segnalazione della banca alla Centrale Rischi e alla Crif (Centrale rischi finanziaria) l’imprenditore, ingiustamente indicato come «cattivo pagatore», non può avere subito il risarcimento del danno, ma deve provare il danno.

In assenza dei mezzi di prova, tribunale può riconoscere in via equitativa il ristoro del danno non patrimoniale, negando totalmente quello patrimoniale per mancata dimostrazione dei suoi presupposti: il lucro cessante e il danno emergente.

L’articolo Segnalazione centrale rischi: preavviso e risarcimento danno. “Cass. ord. n. n. 207/2019” proviene da adessonews Finanziamenti Agevolazioni Investimenti Norme e Tributi.

Finanziamenti - Agevolazioni - Norme - Tributi Difesa fiscale - Tutela del patrimonio personale Trattative saldo e stralcio e procedure sovraindebitamento Acquistiamo o vendiamo il tuo immobile ed estinguiamo il debito

Operativi su tutto territorio Italiano

 

Finanziamenti - Agevolazioni - Norme - Tributi Difesa fiscale - Tutela del patrimonio personale Trattative saldo e stralcio e procedure sovraindebitamento Acquistiamo o vendiamo il tuo immobile ed estinguiamo il debito

Operativi su tutto territorio Italiano

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: